Bigon: “Sconfitta immeritata. Donadoni? Ha contratto con noi”

Bigon: “Sconfitta immeritata. Donadoni? Ha contratto con noi”

Il direttore sportivo in mixed zone dopo la sconfitta con il Chievo

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Punto della situazione in casa Bologna dopo la ventesima sconfitta. Davanti ai giornalisti si è presentato il Ds Riccardo Bigon:

“Oggi le motivazioni del Chievo sarebbero state imbattibili per ogni altra squadra, però noi siamo partiti forte e questo è segno di un Bologna sul pezzo. Non abbiamo fatto il due a zero che forse avrebbe chiuso la partita. Stiamo commentando una sconfitta immeritata. La squadra è salva da febbraio e questa situazione di classifica avrebbe dovuto produrre stimoli per cercare un posizionamento migliore, purtroppo la seconda metà del girone di ritorno non è stata positiva e ci siamo un po’ seduti. Siamo tutti responsabili e sotto osservazione perché nessuno è felice quando si perde. Abbiamo centrato l’obiettivo minimo. Il Chievo oggi ha festeggiato con 36 punti, noi siamo a 39 e il clima non è certo lo stesso”.

Un commento sul mister: “Donadoni? Oggi non possiamo perdere la lucidità per una sconfitta, io guardo due anni di lavoro fatti bene con la valorizzazione di alcuni giocatori ad alto livello e altri meno. Come ho già detto finiamo la stagione e poi valuteremo sulla base dei programmi della società e quelli dell’allenatore. Avendo contratto con noi Donadoni è l’allenatore dell’anno prossimo”.

Sul mercato: “Rifarei tutti gli acquisti, il calcio è fatto di crescita, di pazienza, di costi. Non tutti i giocatori sono Simone Verdi, pagato 1.5 ed esploso. Non si può pensare che Avenatti possa fare 10 gol in A dopo sei mesi di attività. La difesa? Per me va benissimo, per trequarti di campionato siamo stati la decima difesa della A. Rivoluzione? Per me sarebbe sbagliato, noi vogliamo dare continuità”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy