Bazzani: “Le disperate sono altre”

Bazzani: “Le disperate sono altre”

Il commento di Fabio Bazzani a Quasi Gol

Intervenuto a Quasi Gol, Fabio Bazzani ha affrontato i temi più caldi legati al momento attuale del Bologna. Si parte dalla sconfitta contro il Chievo, una partita che non preoccupa più di tanto Bazzani: “Vinci a Milano, pensi che con il Chievo sia tutto scontato. Il Bologna non era nelle migliori condizioni, ne è venuta fuori una partita bloccata. Il rigore di Destro poteva indirizzarla ma non è successo. Comunque la classifica con 22 punti è buona se pensiamo a dov’era il Bologna prima del gol di Masina a Modena. Le disperate sono altre”.

Per Bazzani ci sono formazioni che devono preoccuparsi di più del Bologna: “Anche Palermo e Genoa stanno peggio del Bologna, oltre le ultime tre, i rossoblù non sono salvi matematicamente ma sette punti di vantaggio sono tanti. Vuol dire non essere disperati. La sconfitta può essere messa sul piatto assieme alla vittoria con il Milan. Se il Bologna avesse perso a Milano e vinto ieri nessuno avrebbe detto nulla”. Anche sui punti necessari a ottenere la salvezza, Bazzani è chiaro: “La quota salvezza penso sia più bassa rispetto agli ultimi anni, vedo alla lunga meno equilibrio. Carpi e Frosinone faranno fatica a rimettere nel gruppo le altre”.

Chiusura su Destro e l’utilizzo di Mbaye: *”I rigori si tirano e si possono sbagliare, non ne farei un dramma. Ogni attaccante ha le sue caratteristiche, è difficile cambiarle. Quando Destro è così non è perché è indolente, semplicemente ha uno stile di gioco suo. E’ difficile che faccia una grande prestazione se non segna, sono le sue caratteristiche. Inoltre, non si può sempre parlare dopo, se Destro segna e il Bologna vince nessuno avrebbe pensato ad Mbaye e al 3-5-2″.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy