Bazzani: “Credo che Inzaghi abbia lavorato soprattutto sull’aspetto mentale”

Bazzani: “Credo che Inzaghi abbia lavorato soprattutto sull’aspetto mentale”

L’ex attaccante: “Probabilmente vedremo Dzemaili più vicino alle punte, ma non credo che cambi più di tanto”

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Nell’edizione odierna di SportToday, su Radio Bologna Uno, ha preso la parola l’ex attaccante Fabio Bazzani.

Domenica si va a Genova: “Credo che Inzaghi abbia lavorato soprattutto sull’aspetto mentale, vista la sosta avuta a disposizione. sarà importante non perdere la fiducia e le motivazioni. Mi aspetto anche qualche correttivo tattico in vista della sfida del Ferraris. Dzemaili? Credo che il mister non toccherà nulla da un punto di vista tattico. Tra il 3-5-2 e il 3-4-1-2 non ci sono differenze, sono moduli che ti ritrovi a mettere in pratica durante la partita senza che nemmeno te ne accorgi. Probabilmente vedremo Blerim più vicino alle punte, ma non credo che cambi più di tanto”.

Toccherà forse a Svanberg?: “Lo vedremo presto in campo, non so se già domenica. E’ un giocatore che può dare qualità e dinamismo al centrocampo, ma va inserito gradualmente, vista la giovane età, per non bruciarlo. Carichi pesanti in ritiro? Può essere che si facciano sentire, questa squadra ha una struttura fisica già di per sé importante, e molti giocatori non sono ancora al 100%. Tante situazioni però sono dettate anche dall’aspetto mentale: non appena arriverà un risultato importante vedrete che la gambe gireranno molto meglio”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy