Bartolozzi: “Non si può pensare all’Europa con 45 milioni di fatturato”

Bartolozzi: “Non si può pensare all’Europa con 45 milioni di fatturato”

L’intervento di Bruno Bartolozzi a Radio Nettuno

Intervenuto a Passione Rossoblù su Radio Nettuno, il direttore di Stadio Bruno Bartolozzi ha risposto alle domande di Leo Vicari e degli ascoltatori.

Tema chiave, il futuro: “Donadoni ha bisogno di risposte da Saputo, un mercato in cui il mister ha chiesto dei nomi che non sono arrivati, poi è anche una questione di rapporti ma Saputo ha il suo centro a migliaia di chilometri da Bologna. Entrano in ballo le relazioni che Donadoni instaura con chi governa a Casteldebole”.

Sull’idea di tentare l’attacco all’Europa: “Principalmente il problema è che Donadoni chiede delle risposte, ma le chiede anche Corvino. I conti sono questi: se pensiamo di andare a competere per l’Europa con chi ci confrontiamo? La società di impatto minore è il Sassuolo il cui proprietario è il presidente di Confindustria. Il resto sono le big del campionato. La Fiorentina ha speso 140 milioni, ne ha incassati 130 che sono il triplo di quelli che fattura il Bologna. Per competere a questi livelli bisogna crescere in maniera tale che il regime potrà essere sostenuto nei prossimi anni, ma nell’immediato devi mettere denaro”.

Ancora sull’Europa: “Questa proprietà garantisce che il Bologna non morirà, prima questo aspetto non c’era. L’Europa non si può costruire dal nulla e con il pareggio di bilancio. Non si può pensare all’Europa fatturando 45 milioni di euro”.

Su Corvino, che dovrà affrontare il prossimo mercato, anche se i rumors sui suoi successori continuano ad aleggiare: “E’ necessario che Corvino sappia che budget c’è, perché le altre squadre si stanno già muovendo. E’ necessario che Saputo dica a Corvino che nel futuro c’è ancora lui”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy