Bartolozzi: “Eder corteggiato, potrebbe essere distratto”

Bartolozzi: “Eder corteggiato, potrebbe essere distratto”

Le parole del direttore di Stadio Bruno Bartolozzi

Intervenuto a Passione Rossoblù su Radio Nettuno, il direttore di Stadio Bruno Bartolozzi ha risposto alle domande di Leo Vicari e degli ascoltatori. Si parte dalle vicende di mercato che scuotono la Samp: “Spero che Eder, anche nel caso giochi, abbia testa e gambe da un’altra parte. La Samp ci ha abituato a cessioni eccellenti a gennaio, successe con Cassano e Pazzini. Il barese aveva litigato con Garrone, in questi casi è la gestione a fare la differenze. Donadoni per esempio è riuscito a gestirlo”.

Sul possibile ultimo acquisto di casa rossoblù, Bartolozzi la pensa così: “La modernità del gioco impone una certa elasticità nell’esecuzione delle proprie giocate. Ci sono alcuni giocatori che non possono fare sempre e solo le solite cose. Al Bologna serve un esterno forte in grado di migliorare un po’ Mounier. Si va verso una stabilizzazione del modulo attuale, il Bologna aggiungerà l’unica cosa che manca; l’esterno d’attacco”.

Viene poi chiesto al direttore un parallelismo tra Tacopina e Ferrero: “Diciamo che Tacopina ha più aplomb, per quanto istrionico, da presidente. Fa delle cose che lo rendono significativo. Altro tipo di approccio è quello di Saputo, tutto un altro stile. Ferrero è una macchietta, Tacopina è un presidente che ha caratteristiche comunicative estreme e affascinanti. Ferrero faccio fatica a considerarlo un presidente”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy