Bartolozzi: “Corvino avrebbe voluto tenere Matuzalem”

Bartolozzi: “Corvino avrebbe voluto tenere Matuzalem”

Il commento di Bruno Bartolozzi a Radio Nettuno

Consueto intervento pomeridiano di Bruno Bartolozzi a Radio Nettuno all’interno della trasmissione Passione Rossoblù condotta da Leo Vicari. Il direttore di Stadio ha risposto alle domande degli ascoltatori sul momento del Bologna.

Si parte con la sfida di sabato all’Empoli, una partita per Bartolozzi non semplice: “Con le assenze diventa complicata, in teoria Bologna ed Empoli ora sono tranquille e quella di sabato è una sfida tra outsider. I toscani hanno equilibrio in tutti i reparti, sono i grado di approfittare di ogni momento di scollatura degli avversari e sanno giocare bene in profondità. Gli attaccanti sono ormai esperti e capaci nella realizzazione e hanno una consuetudine a cambiare atteggiamento a seconda dell’avversario”.

Sullo straordinario rendimento di Giampaolo che ha brillantemente sostituito Sarrri, Bartolozzi la pensa così: “Se hai in eredità una struttura solida e si è preparati, si fa sempre meglio di quello che ha fatto il predecessore. Chi è bravo non lascia il deserto e Giampaolo è stato umile a seguire il solco lasciato da Sarri”.

Tornando alla sfida di Genova, Bartolozzi non è d’accordo sulla tesi della fortuna: “Mirante ha il ruolo di parare, i portieri o sono determinanti sempre o non lo sono mai. Non si può invocare la sfortuna quando il portiere avversario para. Quella di Genoa per il Bologna è stata simile alla gara della Roma a Napoli, con la differenza che il cross è rimasto in campo”.

Gli viene poi chiesto di Matuzalem, un giocatore che secondo Bartolozzi sarebbe servito, svelando anche un retroscena con il direttore sportivo rossoblù: “Corvino sostiene che era sua volontà farlo rimanere, ma dall’altra parte sono state fatte considerazioni che non hanno permesso di andare avanti. In quel mese e mezzo iniziale serviva un giocatore che potesse far crescere Diawara, Corvino pensa che il mediano davanti alla difesa debba costruire gioco ma per lui la caratteristica principale è quella di pressare, rincorrere il corrispettivo avversario e metterlo in difficoltà. Con Matuzalem forse il Bologna avrebbe qualche punto in più”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy