Atalanta-Bologna 4-1, disfatta rossoblù con le riserve

Atalanta-Bologna 4-1, disfatta rossoblù con le riserve

L’Atalanta demolisce il Bologna in un quarto d’ora

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Serata da dimenticare per il Bologna e i suoi tifosi, che praticamente avrebbero il diritto di farsi rimborsare il biglietto. 4-1 per l’Atalanta il risultato finale, tutto deciso già nel primo tempo: il Bologna resta terzultimo e punta la partita di lunedì con il Chievo, mentre gli orobici sono a un punto dalla Champions League.

Partita praticamente senza storia e che finisce dopo un quarto d’ora, anche e soprattutto a causa delle scelte di Mihajlovic che manda in campo sette riserve preservando tutti i titolari diffidati. I padroni di casa partono a mille e azzannano, tempo di segnare 4 gol e mandare i titoli di coda di un match mai nato. Apre un sinistro a giro di Ilicic dopo 3 minuti, bissato 3 giri di lancette dopo dallo stesso sloveno – stavolta staffilata di destro – poi al nono è il turno di un diagonale secco di Hateboer e infine al 15′ Zapata manda al bar Gonzalez e trafigge Skorupski. 4-0 in un amen, Bologna non pervenuto. Dall’altra parte poco da segnalare, Falcinelli si divora un gol da due passi, mentre nella ripresa su punizione Orsolini trova il gol della bandiera con la complicità di un incerto Gollini. Per Mihajlovic poche cose, se non spazio agli altri desaparecidos, ovvero Valencia e Paz, entrati nel secondo tempo assieme a Poli. L’Atalanta invece avrebbe potuto punire maggiormente i rossoblù ma forse ha un certo punto si è deciso che quattro potevano bastare. E’ stata una disfatta, nata da discutibili scelte tecniche. Ora servono tre punti contro il Chievo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy