Anaclerio: “L’assenza di Pulgar non sarà un problema. Santander imprescindibile”

Anaclerio: “L’assenza di Pulgar non sarà un problema. Santander imprescindibile”

L’ex rossoblù: “Spero che Inzaghi cambi approccio rispetto alla gara contro l’Inter, dove il Bologna giocò una partita troppo difensiva e attendista”

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

L’ex rossoblù Giuseppe Anaclerio ha fatto una sua disamina in vista della sfida di domenica tra Bologna e Roma sulle frequenze web di Radio1909.

Questa la sua analisi: “Entrambe le squadre sono in difficoltà. I giallorossi come il Bologna hanno cambiato tanto quindi è normale ci voglia un po’ di tempo prima di trovare la quadra. Spero che Inzaghi cambi approccio rispetto alla gara contro l’Inter, dove il Bologna giocò una partita troppo difensiva e attendista. Pulgar? La sua assenza non credo sia un problema. Magari vedremo un cambio di modulo, il 3-5-2 se non hai gli interpreti giusti fa fatica a svilupparsi positivamente. Molto dipenderà secondo me anche dall’assetto che la Roma proporrà, giocare con il 3-4-1-2 potrebbe essere secondo me un’arma vincente per il Bologna. Attacco? Potremmo vedere insieme Santander e Okwonkwo, sarebbe la coppia ideale secondo me”.

Continua Anaclerio: Orsolini? In attacco secondo me può fare molto meglio rispetto a quanto dà da mezz’ala, è stato un esperimento che secondo me non ha funzionato, da quando è a Bologna sta facendo tutti i ruoli possibili tranne quello che sarebbe il suo naturale, ovvero l’esterno d’attacco. Okwonkwo? Lo vedo come punta e non come esterno d’attacco, in quel ruolo vedo meglio Krejci, che sembra scomparso. Santander? Degli attaccanti che abbiamo è quello che deve giocare sempre, è un calciatore imprescindibile per questa squadra. Destro? Quando è in campo deve fare di più, non limitarsi al compitino, lui come Poli, Dzemaili, Palacio e via dicendo, anche lo stesso Inzaghi. La società si sta consegnando troppo alla critica, vorrei dei tesserati che cerchino la soluzione a questo periodo di due anni dove tutto viene accettato positivamente. Serve una scossa, che sia un ritiro o un silenzio stampa, potrebbe dare qualcosa in più in termini di mentalità”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy