Allenamenti a porte chiuse: novità in vista?

Allenamenti a porte chiuse: novità in vista?

Donadoni cambia abitudini, allenamenti a porte chiuse

I giorni successivi all’impresa con il Napoli sembrano aver portato alcune novità al Bologna, una curiosa innovazione a Casteldebole con gli allenamenti a porte chiuse.

Al Resto del Carlino, Donadoni commenta:” Dopo la vittoria di domenica dovrò state ancora di più con fiato sul collo dei ragazzi”, il timore di un calo di tensione dato dall’eccesso di euforia può spiegare la scelta. Se invece sia solo una mossa per riservare qualche sorpresa al Genoa di Gasperini, lo si capirà a breve.

Così il tecnico tiene alta la concentrazione del gruppo, studiando contromisure per evitare che la squadra ripeta la partita di due settimane fa contro la banda Ventura. Sicuramente diversa sarà la formazione schierata in campo, dati gli infortuni patiti da Maietta e Giaccherini e la squalifica di Masina. Il tecnico sarà costretto a ritoccare l’undici rispetto alla partita con il Napoli: Rossettini, Gastaldello e Oikonomou, viaggiano comunque verso la riconferma, così come Rizzo, sull’esterno alto sinistro e Mounier a destra nel tridente con Destro punta centrale. Probabilmente a sinistra al posto di Masina ci sarà Morleo, con Rossettini mantenuto nel ruolo di terzino destro bloccato, soluzione che offre duttilità tattica e un passaggio in corsa alla difesa a tre in alcune situazioni tattiche.

Sembra difficile che Donadoni possa rivoluzionare così una squadra che sta trovando la sua identità, e solo domani a Marassi si capirà tutto, anche se la sequenza di allenamenti a porte chiuse lascia presagire qualche piccola novità.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy