Alla scoperta di Nicolas Gonzalez

Alla scoperta di Nicolas Gonzalez

Ecco chi è il classe ’98 su cui il Bologna ha messo gli occhi

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

L’esperto di mercato Gianluca Di Marzio ha tracciato un profilo molto interessante di Nicolas Gonzalez, obiettivo di mercato del Bologna. Andiamo quindi alla scoperta del talento sudamericano che l’Inter potrebbe acquistare proprio in sinergia con i rossoblù.

Fisico longilineo, 180 centimetri di tecnica, fantasia e personalità, come dimostra la rete decisiva per la promozione dell’Argentinos Juniors contro il Gimnasia de Jujuy a due minuti dalla fine. Là davanti, Gonzalez sa giocare ovunque: esterno, più a suo agio a sinistra che a destra, ma anche in mezzo come nell’ultima stagione, la sua prima fra i grandi: 7 gol in 22 partite.

Non si è più fermato, per la gioia della sua famiglia che lo ha spronato quando la strada per la gloria sembrava una salita impossibile. E così è diventato il fiore all’occhiello di un settore giovanile come quello dell’Argentinos Juniors, abituato a fare sbocciare talenti: da Riquelme a Biglia, passando per Cambiasso e ovviamente Diego Armando Maradona, al quale è intitolato lo stadio in cui il mancino di Belèn de Escobar ha iniziato a farsi conoscere.

È stato Gabriel Heinze il primo allenatore a credere in lui. Un seguace del Loco Bielsa, votato al gioco offensivo e pronto a dare una maglia a chi merita, senza guardare la carta d’identità. Su quella di Gonzalez, in alto c’è scritto 6 aprile 1998. Vent’anni e la voglia di spaccare il mondo. Segni particolari: un mancino che stordisce. Ci vogliono una decina di milioni per portarlo in Italia. Non troppi, per un ragazzo già paragonato a Kempes e cresciuto sull’erba di Maradona.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy