Alberto Bigon racconta il figlio Riccardo: “Ha grande carattere, può fare bene a Bologna”

Alberto Bigon racconta il figlio Riccardo: “Ha grande carattere, può fare bene a Bologna”

Le parole di Alberto Bigon, padre di Riccardo, intervistato da ‘Il Corriere di Bologna’.

Da circa 24 ore Bigon è ufficialmente il nuovo direttore sportivo del Bologna. Suo padre Alberto, intercettato da ‘Il Corriere di Bologna‘, ha presentato così suo figlio Riccardo ai tifosi rossoblu: “È un ragazzo di grande carattere, uno che non si ferma finchè non ha portato a termine il suo compito. Ha le idee chiare ed è molto riservato. Mia moglie dice che l’unico più serio e noioso di me è Riccardo. È riservato anche con me: ho scoperto del suo trasferimento a Bologna tramite sua moglie. Anche da bambino lui era quello precisino ‘bisogna fare questo e quello, dai che se no arrivi in ritardo all’allenamento”.

Il padre del nuovo Ds rossoblu elogia poi le qualità di Riccardo Bigon nel fare il suo lavoro: “Nel calcio parlano i fatti. E lui ha alle spalle 4 salvezze con la Reggina di cui una clamorosa, quella del -15. Poi la crescita continua con il Napoli, con qualificazioni e coppe. C’è stato anche il Verona: ma è servito, ha imparato la lezione. Mi auguro e penso che Bologna possa essere un punto di ripartenza importante per la sua carriera. Saputo ha intenzioni serie e obiettivi importanti oltre ai mezzi per perseguirli. A questo si aggiunge un tecnico bravo come Donadoni e il suo staff con Luca Gotti che per noi è di famiglia. Riccardo ha anche un ottimo gruppo di scout, penso possano fare bene”.

Alberto Bigon infine chiude con alcune considerazioni sulla sua carriera e sugli obiettivi del figlio Riccardo nella sua permanenza a Bologna: “Nei primi dieci anni a Cesena ho centrato due salvezze per me molto gratificanti: per me è stato come conquistare due scudetti. Se hai la fortuna di allenare una Ferrari, va bene, ma bisogna portare al traguardo anche macchine con cilindrata inferiore. Se per dieci volte raggiungi i tuoi obiettivi, quelli sono come dieci scudetti”.

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy