Albertazzi: “Così il Verona mi ha tradito”

Albertazzi: “Così il Verona mi ha tradito”

La storia del ‘cinno’ rossoblù rovinato dal Verona

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Michelangelo Albertazzi, bolognese fino al midollo, a 27 anni è ancora a spasso dopo un calvario di dolori e carte bollate a Verona.

Dopo un grave infortunio, arrivò l’esclusione dalla rosa. Dopo una riammissione solo formale, Albertazzi ottiene lo svincolo, con l’Hellas costretto a pagare 144mila euro al giocatore e 19mila di spese legali.
Ricapitoliamone la tragica storia: nell’agosto del 2016 un grave infortunio al ginocchio, la cui reale entità viene tenuta nascosta dalla società («immagino per portare a termine interessi di mercato»). Il giocatore si rivolge allora ad un professionista esterno che rileva una rottura del crociato che lo costringerà a sei mesi di stop. L’estate successiva il giocatore attende la convocazione per il ritiro, che non arriva. Setti sostiene di avergli proposto cinque squadre per il prestito, ma lui rifiuta ogni destinazione. Albertazzi ricorre al collegio arbitrale, che ne dispone il reintegro ma respinge l’accusa di mobbing. Il reintegro, però, è solo formale, e così si decide per un altro ricordo, che gli dà ragione e lo indennizza per lo svincolo dalla società. Da gennaio Albertazzi è di fatto svincolato con 6 mesi d’anticipo sul contratto e una buona uscita da 144mila euro. Ora cerca una squadra.

da Repubblica – Bologna

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy