Acquafresca: “Con Di Vaio ero chiuso, ma nessuno ha creduto in me”

Acquafresca: “Con Di Vaio ero chiuso, ma nessuno ha creduto in me”

Le parole di Robert Acquafresca a Repubblica

Cinque anni lunghi per Robert Acquafresca a Bologna, poche soddisfazioni e tanta panchina o tribuna. Meglio dimenticare in fretta, soprattutto ora che comincia una nuova avventura calcistica alla Ternana:

“Vorrei dimenticare questi 5 anni a Bologna – ha ammesso a Repubblica Acquafresca – Ricordo con affetto le persone con cui ho legato a Casteldebole ma dal punto di vista calcistico nessuno ha creduto in me. Il primo anno feci 5 gol, ma si giocava con Di Vaio unica punta ed era normale trovare poco spazio. Poi arrivò Gilardini l’ultimo giorno di mercato, io ancora chiuso me ne andai in Spagna. Al mio ritorno il titolare era Rolando Bianchi, ho avuto la testa dura pensando di poter vincere questa sfida invece ho sbagliato”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy