A caccia del miglior Destro

A caccia del miglior Destro

L’arrivo di Petkovic potrebbe aiutare il bomber, che non segna dalla partita con il Palermo

Che fine ha fatto Mattia Destro? Questo ultimo mese di partite sottotono, comprendendo dicembre e la sfida con la Juve, sono solo frutto del suo calo oppure è tutto il Bologna che non riesce a valorizzarlo?

Il presupposto è che l’infortunio di Verdi, attaccante esterno ma con movimenti da seconda punta nel 4-3-3 di Donadoni, ha finito per isolare Mattia che fatica inesorabilmente sia a dialogare con i compagni che a trovare palloni giocabili nei pressi dell’area di rigore. Manca un uomo con cui possa trovarsi in sintonia sul campo. Questa difficoltà offensiva del Bologna ha portato forse Destro a incupirsi, o quantomeno a sentirsi pesce fuor d’acqua in questo contesto tattico. Destro si propone, attacca lo spazio, detta anche il pressing, ma i compagni faticano a seguirlo e a servirlo. Dal canto suo, il numero dieci appare dunque sfiduciato. L’arrivo di Petkovic, ariete ma sostanzialmente una seconda punta con cui dialogare, potrebbe rivitalizzarlo. Il croato sa assistere e sa ruotare attorno alla prima punta, forse esattamente quello che Destro cercava in questo mercato, assieme al ritorno di Simone Verdi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy