Amarcord di Bologna-Empoli

Amarcord di Bologna-Empoli

Stasera allo stadio Renato Dall’Ara si affronteranno due squadre in salute che nelle ultime partite hanno raccolto tanto. Andiamo a ripercorrere le ultime sfide di queste due compagini

2004 – L’inzuccata di Bellucci

CLAUDIO BELLUCCI.

Per risalire all’ultima sfida tra Bologna ed Empoli allo Stadio “Renato Dall’Ara” bisogna fare un salto all’indietro di ben 11 anni. Il 6 gennaio 2004, i rossoblù si imposero per 2-1, grazie ai gol di Claudio Bellucci, di testa su calcio d’angolo battuto da Giuseppe Signori, e Fabio Pecchia, sempre di testa in un’azione confusa partita da calcio d’angolo. Per gli ospiti la marcatura di Antonio Di Natale, all’epoca neanche trentenne, che insaccò alle spalle di Gianluca Pagliuca grazie ad un cross di Tommaso Rocchi, sfuggito nell’occasione a Christian Zaccardo. Rocchi colpirà anche un palo nella ripresa, su amnesia difensiva degli avversari.

L’Empoli schierava tra i pali l’attuale preparatore dei portieri rossoblù Luca Bucci, mentre nelle fila del Bologna c’erano appunto Bellucci (che firmerà ben 44 reti nelle due stagioni tra i cadetti dal 2005 al 2007), Pecchia, Signori (che a fine stagione andrà in Grecia dopo ben 6 anni in rossoblù), il giapponese Hidetoshi Nakata (primo giocatore del Sol Levante a sbarcare sotto le Due Torri) e l’albanese Igli Tare, oggi dirigente della Lazio, squadra con la quale chiuderà la propria carriera tre anni più tardi.

In quella stagione, la squadra petroniana si salverà senza particolari patemi, finendo dodicesima, mentre gli empolesi retrocederanno con il diciassettesimo posto in classifica, anche a causa di un Di Natale poco prolifico (a differenza dell’annata precedente, ove firmò 13 reti).  Quest’ultimo passerà subito all’Udinese, diventandone bandiera, capitano e indimenticabile goleador.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy