La Roma non fa doni, per il mister poche gioie contro i giallorossi…

La Roma non fa doni, per il mister poche gioie contro i giallorossi…

Donadoni alla ricerca della mossa perfetta per attaccare la Roma.

Donadoni: “Vincere contro la Roma vale doppio”. Le parole del mister a Stadio non potrebbero essere diverse da queste, perché per il tecnico rossoblu sarebbe sia una vittoria per la squadra sia una vittoria personale. Analizzando i suoi precedenti, Donadoni  in tredici partite contro la Roma, riuscì a portare a casa i tre punti solo in un’occasione: ovvero quando i giallorossi erano allenati dal tecnico boemo Zdenek Zeman. Quel 31 ottobre 2012 Donadoni, allora tecnico del Parma, vinse 3-2 al Tardini, dopodiché pareggiò due volte e ne perse dieci, segnando solo otto goal e subendone ben ventotto.

In realtà Donadoni non è l’unico reduce dell’organico rossoblu di quell’impresa. Stiamo parlando dell’allora portiere del Parma e dell’attuale portiere rossoblu Mirante, il quale proprio in quell’occasione fu di fondamentale importanza in quanto riuscì a parare un rigore a Francesco Totti. Oggi poi, Mirante è imbattuto da due gare come mai in questa stagione.

Nonostante ciò, il vero punto cruciale è trovare il vice-Destro che possa essere all’altezza della situazione. Nel caso in cui il centravanti si riprenda anche al 60-70% sarà in campo, altrimenti il Donadoni ‘fantasista’ dovrà scegliere tra le due possibilità che ha: mettere in campo l’unica punta in rosa, cioè Mancosu, oppure se stupire tutti con un attacco a tre incursori con Mounier, Giaccherini e Brienza, considerando poi, che la vera forza di Donadoni è proprio quella di studiare al meglio l’avversario e colpire con mosse decisive nel suo momento più debole, così come è accaduto a Verona e contro l’Atalanta.

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy