Indelicato: “Bologna? Servirebbe un repulisti generale”

Indelicato: “Bologna? Servirebbe un repulisti generale”

Intervenuto a Passione Rossoblù, il collega di TRC Beppe Indelicato ha commentato le vicende del Bologna. Momento duro, forse non pronosticabile: “In estate le sensazioni erano un pelo diverse, invece ci ritroviamo ultimi. Bisognerebbe fare un repulisti generale, non solo con l’allenatore. Rossi ha ottenuto la promozione con un paio di traverse ma mai si pensava potesse fare peggio del precedessore. Non sembra esserci il clima di armonia che cercano di far serpeggiare da fuori”

Su Donadoni: “Non so quale sia la disgrazia di quest’uomo. Portatore sano di sfiga. A me piacerebbe vederlo all’opera, in un progetto fatto di piccoli traguardi volanti. Poi sì, c’è il Milan con Mihajlovic a rischio e con Donadoni tra i papabili. Magari chi rappresenta i suoi interessi punta anche a quella realtà. Ad ogni modo, quando si sente odore di bruciato, i condor iniziano a volare. Cominci a vedere allenatori in città, forse anche solo per farsi vedere e farsi riconoscere nel momento in cui la società dovesse scegliere per l’esonero”. Sul mercato di gennaio: “Se si arriva a gennaio con 17 punti allora puoi fare qualcosa di importante, se ci arrivi staccato è finita. Bologna viene vista una realtà solida da fuori dal punto di vista economico, ma se tu arrivi staccato dal plotone in inverno tutti si girano dall’altra parte”. Infine, un commento su Guidolin: “Vorrebbe forse essere scritturato dalla Rai come commentatore tecnico di ciclismo, a Bologna ha lasciato una missione incompiuta e forse un piedino qui lo rimetterebbe volentieri. Di sicuro, sarebbe una scelta estrema visti i suoi trascorsi”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy