Viviano di nuovo a Bologna: ecco perchè si può fare

Viviano di nuovo a Bologna: ecco perchè si può fare

“You can’t always get what you want” cantavano nel 1969 i Rolling Stones: non puoi sempre ottenere ciò che vuoi. E lo sta scoprendo sulla sua pelle anche Emiliano Viviano, di professione portiere di calcio ma soprattutto orgoglioso fiorentino. Nato nel capoluogo toscano e cresciuto calcisticamente nelle giovanili della Fiorentina, egli in questa stagione stava realizzando il suo grande sogno di difendere i pali della sua squadra del cuore facendo parte di un progetto tecnicamente valido e ambizioso. Il peso della responsabilità però lo sta schiacciando e gli ha fatto perdere non solo il posto da titolare, ma anche la fiducia di gran parte della tifoseria fiorentina che durante la partita persa a Roma si è sbizzarrita in un fiume di critiche e improperi soprattutto sul web. Il risultato è che ora anche il Palermo è preoccupato per l’investimento di tre milioni fatto in estate per riscattare interamente il portiere dall’Inter. Sei mesi in panchina infatti non solo lo abbatterebbero psicologicamente, ma svaluterebbero gravemente il cartellino di un atleta su cui in tanti puntavano nel 2011 come erede in azzurro di Buffon. La Fiorentina inoltre, avendo a disposizione già l’intero cartellino di Neto, sta seriamente valutando sull’opportunità di esercitare la prossima estate il diritto di riscatto successivo al prestito oneroso. Oggi quindi il sogno per Viviano rischia di interrompersi bruscamente e a questo punto diventa importante salvare almeno una carriera che potrebbe essere ancora lunghissima e ricca di soddisfazioni. Ecco che allora la strada dell’estremo difensore potrebbe incrociarsi nuovamente con quella del Bologna con cui ha vissuto le due migliori stagioni della sua vita tra 2009 e 2011. I rossoblu infatti hanno già chiesto informazioni al Palermo che ha espresso il suo parere positivo sull’operazione mentre si attendono notizie dalla Fiorentina a cui è stato chiesto il prestito gratuito fino a giugno. Il Bologna ci proverà davvero perchè ha assolutamente bisogno di un portiere che porti punti importanti alla causa e conosce bene quello che il numero uno viola può dare. Fisicamente Viviano sembra affidabile nonostante il difficile recupero dalla rottura del crociato e il fastidio all’anca che l’ha afflitto nell’ultimo mese a Firenze. L’unica vera incognita riguarderebbe il suo reintegro nella rosa attuale, ma Viviano non ha mai nascosto di essere stato bene a Bologna e di non aver mai desiderato di andare via. Le polemiche infatti riguardano solo la consorte e una parte della stampa locale, ma si tratta di problemi che passano decisamente in secondo piano quando ci sono una stagione e una carriera da salvare.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy