Pressing su Ibarbo solo se parte un attaccante (o un difensore)

Pressing su Ibarbo solo se parte un attaccante (o un difensore)

Ibarbo è sulla lista di mercato del Bologna, anche Zanzi lo ha di fatto ammesso una settimana fa, ma i rossoblù prima devono assolutamente vendere. Sia per sfoltire la rosa sia per alleggerirsi di qualche stipendio oneroso. Chiaramente l’indiziato numero uno ad andarsene è Robert Acquafresca col quale si potrebbe far partire una trattativa proprio con il Cagliari, squadra in cui il numero 9 ha sempre fatto bene. Bisognerà chiaramente stabilire quanta voglia abbia Cellino di riportarlo a Cagliari. Su Robert ci sarebbero, concretamente, almeno due società: Fiorentina e Siena. I viola è dall’inizio della stagione che cercano una prima punta di ruolo e si trovano a fronteggiare le assenze obbligate di El Hamdaoui e Rossi. Collegata a questa è la situazione dei senesi che invece devono colmare il vuoto lasciato dalla partenza di Larrondo, diretto verso Firenze. A quel punto la viola potrebbe lasciar via libera a Mezzaroma per il centravanti bolognese. In conclusione, l’arrivo di Ibarbo o di ogni altra seconda punta è legata alla cessione di una o più punte in esubero nell’organico di Pioli. Ma non solo, c’è anche la possibilità che la corte del Genoa a Portanova, contratto fino al 2016 e ruolo da dirigente una volta terminata la carriera da giocatore, possa essere valutata dal Bologna che da un lato risparmierebbe non poco su un contratto abbastanza oneroso e dall’altrA potrebbe ricavare qualche soldino dalla cessione di un giocatore di 34 anni. In fin dei conti i centrali abbondano (Cherubin, Antonsson, Sorensen, De Carvalho e Natali) in più c’è Kroldrup al lavoro all’Isokinetic e svincolato. Per una società con pochi liquidi privarsi del difensore potrebbe essere una strada percorribile per trovare soldi freschi da investire in attacco. Da valutare anche la posizione di alcuni giocatori (uno su tutti Jankovic) che a Genova non trovano spazio e potrebbero essere inseriti nella trattativa. Ovviamente c’è anche la cabala, con Portanova in squadra nessuna formazione è mai retrocessa. A centrocampo si vocifera di un’interessamento verso Donadel in uscita dal Napoli. Di una cosa state certi, fino a che Zanzi non avrà ceduto alcuni giocatori in esubero il Bologna non farà nessuna operazione in entrata.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy