Mirante: lo rivorrebbe la Juve per via delle norme Uefa

Mirante: lo rivorrebbe la Juve per via delle norme Uefa

Dopo la convocazione per il pre-ritiro a Coverciano, Antonio Mirante potrebbe essere al centro di un intrigo di mercato con la sua vecchia società: la Juventus.

Nel corso dell’ultima stagione i bianconeri avevano deciso di puntare sul brasiliano Neto, preso dalla Fiorentina, ma il portiere, dopo un anno da vice Buffon, ha deciso di andare altrove per giocare. Di conseguenza, Marotta sarà chiamato a trovare un nuovo portiere che possa fare il secondo a Buffon e per farlo dovrà tenere d’occhio i nuovi regolamenti Uefa per la composizione delle liste. Come in Italia, ogni società dovrà avere in lista almeno 4 giocatori cresciuti nel vivaio di appartenenza e, per la Juve, la soluzione più facile sarebbe quella di puntare su Mirante che dal 2000 al 2003 ha svolto tutto il settore giovanile con la Vecchia Signora. L’interesse juventino c’è, ma questo non significa che in automatico si tramuterà in una cessione. Mirante è il titolare del Bologna e a 33 anni può ritagliarsi da protagonista l’ultima parte della sua carriera, inoltre, accettare di fare il secondo ad un campione come Buffon non rappresenterebbe una scelta facile. Il cartellino del giocatore è del Bologna che, di conseguenza, ne deciderà il futuro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy