Corvino già al lavoro per gennaio

Corvino già al lavoro per gennaio

Secondo alcune indiscrezioni, a causa del terribile inizio di campionato del Bologna, Corvino sarebbe già al lavoro in vista del mercato di gennaio per portare in rossoblù almeno quattro giocatori di esperienza, nel caso in cui la situazione non dovesse migliorare. Società quindi pronta ad un nuovo sforzo economico per garantire la salvezza, dopo l’investimento estivo, non indifferente, di 33 milioni che per ora però non sta fruttando quanto sperato. Nessun nome ancora sul taccuino, però si parla di un trequartista, un mediano, una punta e un terzino. Come riporta il Carlino, Destro sta faticando parecchio in quanto spesso troppo isolato, quindi l’idea di società e allenatore è quella di tornare a quel 4-3-1-2, che era il modulo originariamente pensato all’inizio dell’estate. Quindi una punta di esperienza da affiancare a Destro, come ai tempi di Siena quando al suo fianco c’era Calaiò, con Brienza alle loro spalle. Ma non solo. Brienza, 37 anni il prossimo marzo, non può più garantire il rendimento di un tempo quindi c’è la necessità di un altro trequartista per attuare il 4-3-1-2. Per quanto riguarda la mediana, nonostante l’ottimo impatto di Diawara, quel ruolo sarebbe stato in origine di Crisetig il quale però sta faticando parecchio; per questo Corvino è alla ricerca anche di un mediano di esperienza in quanto, vista la situazione attuale, potrebbe essere troppo rischioso affidare al giovanissimo Diawara le redini del centrocampo. Infine, nel caso in cui Mbaye e Krafth non si riuscissero ad imporsi da qui a gennaio, è probabile anche l’arrivo anche di un esterno di difesa.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. ciancio.07_260 - 2 anni fa

    Secondo la mia modesta opinione giusto trovare un sostituto di Destro, più che uno da affiancargli, e più che un trequartista, difficile da trovare, serve un ala, per esempio c’è un certo Alessio Cerci, giocatore di qualità che ha solo bisogno di ritrovare fiducia e spazio. Ed il tridente sarebbe completo con Mounier e Destro. Dopodiché, se Giaccherini si risistema, insieme a Diawara e Donsah forma un bel pacchetto di cc, potendo contare anche su Taider, Brighi e Pulgar, ammetto però che serve un altro centrale e credo sia stato decisivo l’errore di lasciare andare Matuzalem, giocatore più importante di tutti (dopo la traversa della porta sotto la Bulgarelli) per tornare in A. Infine un terzino destro di alto livello, anche su questo concordo, ed un centrale. Dovremo poi liberarci di quei giocatori che in questi ruoli hanno fallito, per non tornare ad avere una rosa eccessivamente ampia. Penso a Mbaye, Crisetig, Acquafresca. Serve concretezza e gente cin numeri già consolidati. Infine credo che il problema principale sia risolvere il problema dei secondi 45 m. Non è possibile fare un tempo di buon livello e sparire nel secondo. Se risolviamo questo, possiamo crescere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy