Bologna, rivoluzione in attacco?

Bologna, rivoluzione in attacco?

Il reparto offensivo del Bologna è in subbuglio. O almeno, circolano diverse voci su possibili arrivi e partenze strettamente correlati fra loro. Capitolo arrivi. Ormai è ovvio che il Bologna cerchi insistentemente di accaparrarsi Moscardelli, perché è un uomo di fiducia di mister Pioli che lo vedrebbe bene a completamento del proprio reparto. La trattativa col Chievo prosegue senza particolari sussulti: non è stato fatto alcun passo significativo per sbloccarla. Un altro nome che circola da diverso tempo è quello di Sansone. L’ex Sassuolo ora in forza al Torino non gioca con continuità nel 4-2-4 di Ventura che gli preferisce spesso e volentieri altri esterni. Vero che con la partenza di Sgrigna si è liberata una casella, ma rimane il fatto che Ventura ha dimostrato di non stravedere per il talento lucano. Il Bologna ce l’ha segnato sul taccuino da un pezzo, possibile che in qualche modo l’affare prenda quota magari inserendo nel discorso Acquafresca che potrebbe essere gradito sotto la Mole. Infine Quagliarella. Per il 29enne della Juventus c’è stato un timido sondaggio qualche giorno fa. È chiaro che la vicenda è complessa per modalità d’acquisto, stipendio inaccessibile per le casse felsinee e probabilmente anche per le ambizioni del giocatore. Utopia.

Capitolo partenze. Il nome di Acquafresca è stato accostato a moltissime squadre. Il centravanti piemontese ha sempre ribadito che avrebbe piacere di giocarsi le sue carte in rossoblu ma fra infortuni e prestazioni poco felici è spesso rimasto ai margini delle rotazioni di Pioli. Torino e Palermo paiono essere le pretendenti più interessate al momento ma da un sondaggio all’offerta c’è una bella differenza. Più defilato c’è pure il Cagliari, ovvero la piazza che l’ha lanciato e poi rilanciato e che lo accoglierebbe per la terza volta. Per Gabbiadini invece continua il pressing della casa-madre Juventus che dopo l’infortunio a Bendtner vorrebbe richiamare dal prestito uno dei suoi due maggiori talenti, Immobile dal Genoa o appunto Gabbiadini dal Bologna. Sebbene il primo rimanga in pole position per il ritorno in bianconero, da Torino non si smorzano le voci sul giocatore bergamasco che a Bologna sta ben figurando dopo un inizio un po’ in sordina. Infine, ieri abbiamo parlato di Rodriguez, ormai prossimo al prestito in patria al Montevideo Wanderers, ma rimangono da piazzare altri due giocatori in costante esubero: Gimenez e Paponi. Entrambi non vorrebbero muoversi da Bologna, ma la società necessita di sfoltire un organico in netto sovrannumero e con stipendi che gravano sul bilancio. Due nodi difficili da sciogliere.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy