Un mercato tra difensori sconosciuti (o rotti) e portieri mai arrivati

Un mercato tra difensori sconosciuti (o rotti) e portieri mai arrivati

Manuel Minguzzi speaker di Alma Radio (www.almaradio.it)

Il mercato del Bologna è sostanzialmente fermo.  Si ieri è stato ufficializzato Naldo, ma nessuno lo conosce o sa quale sia il livello di questo difensore che ovviamente è arrivato in prestito.  Siamo a due giorni dalla fine del mercato. Come se il Bologna stesse aspettando i minuti finali quasi pensando di avere la situazione sotto controllo e la forza economica di imporsi sulle altre squadre durante le ultime frenetiche ore.  Le dirette concorrenti si stanno rinforzando: il Palermo ha preso Sorrentino, il Genoa Cassani, il Chievo Sampirisi. Noi Naldo. Chiedi un po’ in giro e costui sembra uno sconosciuto, della serie “conosci Naldo?” “chi??”. Ecco. Un po’ come quando ti chiedono indicazioni per raggiungere una via a te sconosciuta. Intendiamoci, non sto prendendo in giro nessuno, magari è fortissimo e lo scopriremo però mi sembrava lecito pensare che al Bologna servisse un giocatore già pronto per il calcio italiano. Che non facciamo la fine di Britos che doveva prima imparare la lingua, non c’è mica tempo. Comunque tale Naldo è ormai sotto l’ala dell’Udinese, una squadra che di calcio ne capisce. Speriamo bene. Poi, oltre al brasiliano, sotto i portici si vocifera di un possibile tesseramento dello svincolato Kroldrup. E’ stata una grandissima opera di ricerca degli osservatori del Bfc che lo hanno scovato in un posto lontano lontano. L’isokinetic. Scherzi a parte è ora che tutti quanti ci mettiamo in testa che non c’è un soldo per il mercato. Le uniche operazioni che il Bologna può fare in entrata sono prestiti, si tratta di navigare a vista cercando di campare fino a giugno. In uscita non si è recuperato nulla perchè tutti coloro che erano considerati in esubero son rimasti. Si è risparmiato un po’ sull’ingaggio di Pisanu e poco altro. Il Chievo per Moscardelli chiede qualche centinaia di migliaia di euro, non mi esalta sia chiaro, ma se si sta limando su 400mila o 450mila euro vuol dire che non stiamo benissimo. Che poi io dei soldi per Moscardelli non ne spenderei. In porta si segue Viviano, ma ovviamente solo se la Fiorentina deciderà di darcelo in prestito. Altrimenti niente e le ultime notizie ce lo danno sempre più lontano. Ci servirebbe un centrocampista ma continueremo ad andare avanti con Pazienza (in tutti i sensi) e Guarente (anche se pare lo voglia il Genoa). In attacco Ibarbo è inavvicinabile a meno che Cellino, mosso da incredibile pietà, decida di riprendersi Acquafresca. Ecco, i soldi per il Bologna rappresenterebbero un sorso di acqua fresca in mezzo al deserto del Sahara. Anche perchè la borraccia in dotazione potrebbe essere ormai vuota.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy