Mercato costoso? Non era tempo di risparmiare

Mercato costoso? Non era tempo di risparmiare

Già non vanno bene gli acquisti targati Pantaleo Corvino: troppi, con ingaggi fuori portata e qualcuno con contratto lungo. Senza dimenticare la solita solfa degli equilibri, che in linea di massima avrebbe un fondo di ragione ma solo se qui fossero arrivati giocatori rompi scatole e non ragazzi perbene e con esperienze importanti alle spalle. Sotto i portici il mormorio di chi deve trovare il pelo dell’uovo non finisce mai. In teoria dovremmo esserci abituati ma se anche l’esser passati da Guaraldi a Saputo non basta, allora forse non ci meritiamo questa proprietà. Non so, Corvino pare essere diventato un Zanzi qualsiasi per non essere riuscito a cedere 5 giocatori dopo averne “liberati” 10. Mi sembra comunque un discreto risultato. Inoltre, i giocatori rimasti non li ha portati lui ma se li è trovati in casa dalle gestioni precedenti, elementi che – a mio parere – Corvino non avrebbe mai preso. Ecco, un conto è fare un triennale a Gastaldello, un altro farlo ad Acquafresca…Non conta nemmeno l’età, perché l’ex capitano della Samp può dare ancora molto come è già successo ad altri trentenni arrivati da queste parti come Di Vaio o Marocchi, senza dimenticare i Baggio e Signori. 

 

Certo, il nuovo Ds è stato facilitato dalle ingenti risorse di Saputo che hanno consentito la rescissione immediata di alcuni contratti, ma è un aspetto non criticabile per due motivi semplicissimi: 1) i soldi ci sono e se Saputo decide di spenderli non è un nostro problema, 2) era necessario sfoltire il più possibile in qualsiasi maniera, tanto anche coloro che sono andati via (senza risoluzione) non avrebbero trovato squadre disposti a prenderli a determinate condizioni economiche. In sintesi, sarebbero rimasti prendendosi lo stipendio fino a fine stagione. Non è cambiato nulla, invece che pagarli mensilmente per tenerli fuori rosa per mesi si è deciso di dare loro una buonuscita immediata purché se ne andassero. Le stesse cose sono state proposte anche ad alcuni esuberi ancora presenti, peccato abbiano rifiutato. E a quel punto Corvino cosa avrebbe potuto fare? Nulla. Inoltre, solo l’incapacità di alcuni dirigenti ha portato il Bologna a fare acquisti che nessun direttore sportivo lungimirante avrebbe fatto. Ne paghiamo le conseguenze ora nonostante la proprietà sia cambiata. 

 

Insomma, capisco non assuefarsi immediatamente delle azioni dei nuovi arrivati considerati i salvatori della patria dopo i disastri degli ultimi tre anni, ma passare nel giro di pochi giorni a giudizi netti e negativi quando ancora i neo acquisti devono giocare (e con una società in sella da pochissimi mesi) è un gioco valido per mantenere viva la discussione e poco altro. Difficile occuparsi di schemi e moduli, più accattivante calcare la mano su altri temi. Ecco, in principio il problema era capire chi mettesse i soldi, poi si è passati al non toccare il giocattolino creato da Fusco (ottimo lavoro, sia chiaro e comunque non è una rivoluzione…), passando per il “ora tocca a Corvino costruire una squadra da A” mentre adesso si conclude con i troppi danari spesi come se al timone ci fosse Guaraldi. Certo, ci sono state spese ma era impensabile prendere alcuni giocatori senza un’offerta adeguata. Nel caso non si fosse capito: non era tempo di risparmiare. Il motivo? I trenta milioni di Sky in estate, perché la Serie A deve essere SICURA.

 

Meglio dunque chiudere il capitolo mercato e badare al campo, anche perché nessuno si accoda in automatico alla nuova proprietà per partito preso, semplicemente notiamo che i soldi nelle casse del Bologna sono stati messi, i dirigenti più competenti scelti e la rosa potenziata. Per quanto mi riguarda, esprimo un giudizio positivo perché i requisiti sopra citati erano quelli che mi auguravo venissero centrati. Ovvio, mi è capitato di sentire Corvino spesso ultimamente e il personaggio è simpatico, ma non mi baso su questo, a parlare per lui ci sono Gastaldello, Mancosu, Sansone ecc…Più di così non si può.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy