Lasciamo in pace il soldato Destro

Lasciamo in pace il soldato Destro

Destro e il suo malumore: il Bologna rischia di perderlo? Ecco perché si può stare tranquilli

Da qualche tempo si parla di Mattia Destro come di un giocatore scontento e arrabbiato. L’infortunio al piede, complicato da una errata valutazione delle cure, lo ha tolto dal campo per tutto il resto della stagione privandolo anche delle residue chance di convocazione all’Europeo. Questi aspetti avrebbero reso Destro insofferente e, chissà, poco incline alla sua permanenza a Bologna. E’ realmente così?

Certamente, se lo staff medico del Bologna ha sbagliato la terapia – lo ha ammesso Claudio Fenucci- – il rapporto di fiducia con Destro potrebbe essersi rotto, soprattutto se i rumors sulle complicanze post intervento risultassero vere, ma da qui a ventilare ipotesi di ferrea volontà del giocatore di salutare Bologna ce ne passa. Anche perché il cartellino del giocatore è del Bfc e di sicuro la decisione spetterebbe ai piani alti. Non solo, Destro è stato pagato 10 milioni di euro e risulterebbe difficile cederlo ad una cifra pari e superiore dopo 8 gol segnati e gli ultimi due mesi passati ai box. In realtà, forse la vicenda è ingigantita, perché oltre al puro e semplice aspetto economico c’è la pubblica volontà di Donadoni di puntare su Destro per la prossima stagione.

Il mister è stato chiaro: “Ho detto a Destro di indirizzare le proprie energie sulla prossima stagione, per presentarsi al via pronto e determinato”. Ecco, quando un allenatore pronuncia frasi di questo tipo è difficile ipotizzare una cessione in estate. E di sicuro se al mister dovessero cedere sia Diawara che Destro…finite voi la frase. Diciamo allora che è comprensibile un certo malumore di Destro per l’accaduto, ma è improbabile pensare ad un suo desiderio di andarsene da una città che gli piace e da una squadra che ha decisamente puntato su di lui per il futuro, issandolo a riferimento a tutto tondo sia dentro che fuori dal campo. La permanenza di Mattia è certa praticamente al 100%, quella di chi ha eventualmente sbagliato terapia non si sa. L’unica cosa che conta è vedere Destro fare selfie sorridenti allo stadio e per le strade di Bologna ogni volta che un tifoso glielo chiede, ammirarlo felice nonostante tutto. Inoltre, il suo rapporto con la Curva è fantastico, così come le sue prospettive di crescita qui. Lasciamolo dunque in pace, il ragazzo tornerà più forte di prima e lo farà con la maglia rossoblù sopra le spalle.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy