La stagione dei mal di pancia

La stagione dei mal di pancia

L’estate è la stagione dei malanni, soprattutto per i giocatori attratti dalle offerte del mercato.

Non è certo il caso di Gonzalo Higuain, le parole del suo procuratore rimbombano su tutta Napoli, ma la situazione di Amadou Diawara rischia di scuotere il calmo ambiente rossoblù. Il Valencia è passato all’attacco, dopo l’offerta – considerata insufficiente – recapitata al Bologna, gli spagnoli hanno deciso di proporre al giocatore circa un milione di euro di ingaggio per 5 stagioni. Lui che al Bologna ha un stipendio limitatissimo…

Perché questo può diventare un problema per il Bologna? Diawara ha chiesto un sostanzioso adeguamento di contratto, probabilmente il club rossoblù ha risposto picche sulla cifra, il Valencia invece è disposto ad accontentarlo. Per la dirigenza felsinea un nodo da risolvere, perché se si arrivasse al muro contro muro si presenterebbe la necessità di cedere sotto prezzo un giocatore importante, l’alternativa è tenerlo in rosa con il broncio. Il Valencia, dunque, invece di alzare l’offerta al Bologna è andato direttamente a proporre una cifra importante al giocatore, e Diawara, che si sente valutato 20 milioni dal Bologna, non può rimanere con questo ingaggio basso. Ci sta dunque che un giocatore chieda un adeguamento sulla base del valore che la società dà al suo cartellino, e ora si sente legittimato a chiedere anche la cessione.

Proporre un rinnovo e adeguamento in tempi non sospetti a Diawara sarebbe stata una mossa vincente se si fosse conclusa con sì, il giocatore avrebbe ricevuto la sua gratificazione, il Bologna blindato il suo gioiello con la possibilità di cederlo, nel caso, alla cifra desiderata. Probabilmente, come con Giaccherini, il Bfc ha agito in ritardo e la mancanza di un Ds per diversi mesi ha inciso. La situazione che si è venuta a creare non è certo responsabilità di Bigon.  Ora invece? Proporre un adeguamento a Diawara dopo che qualcuno è arrivato ad offrire un milione a stagione diventa complicato, perché per convincere un giocatore lusingato dall’estero serve moneta sonante, molta di più di quanto è intenzionato ad investire il Bologna. Con questa situazione il futuro diventa un rebus, così come diventa difficile cedere Amadou a 15 milioni se lui può vantare un’offerta dal Valencia. Da ora in avanti, trattare con il giocatore può esser cosa delicata e trattenerlo una forzatura che può avere ripercussioni, ma probabilmente una bella proposta da 800mila verrebbe valutata da Amadou. Vedremo cosa accadrà.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy