Ha segnato col numero dieci…Mattia Destro!

Ha segnato col numero dieci…Mattia Destro!

Doveva tornare ad ottobre. invece da metà agosto staziona al centro dell’attacco rossoblù: e ha già risolto la prima di campionato.

Buona la prima, il Bologna torna a vincere in casa al debutto in campionato dopo circa 3 lustri, che sia un buon segnale? Di sicuro ora si tende a vedere di più la mano di Donadoni, che finalmente ha potuto lavorare, amalgamare, plasmare fin dall’inizio un gruppo sano e con dei valori. Questo è un Bologna che sembra saper giocare di più al calcio, sfornare una manvora dolce come un croissant la domenica mattina appena svegli. Partendo dal presupposto che così costruito il Crotone è destinato alla B, il Bfc al debutto è apparso tonico, pimpante, coraggioso nel giocare a pallone con l’intenzione di determinare qualcosa, concetto da sempre caro al mister rossoblù.

Si sono viste tante cose buone, a partire da una difesa che ha subito poco, con menzione particolare per Krafth, giocatore che al sottoscritto piace da tanto tempo e purtroppo bloccato dagli infortuni. Ma se i guai fisici lo lasciano stare, questo è un signor terzino. Credo comunque sia quasi inutile parlare dei singoli, perché tutta la squadra si è mossa bene, creando tante palle gol, compresi due pali, due gol annullati, di cui uno regolare e uno buono, siglato dal bomber per eccellenza: Mattia Destro. Proprio da lui ricominciamo, da quel giocatore che ho visto soffrire a Castelrotto con enestuanti giri di campo cronometrati, da colui che sarebbe dovuto tornare tra un mese e che invece ha già deciso la prima di campionato. E’ stato bello vederlo dribblare, correre e segnare, perché si era capito subito che quella palla non l’avrebbe mai passata, doveva puntare la porta, saltare l’ex Claiton trafiggere Cordaz e correre a perdifiato sotto la curva. Dovevamo vincerla tre a zero, ma alla fine è stato bello così.

Si può parlare di mercato, di Balotelli, Sadiq e tanti altri nomi, la realtà è che questo gruppo non dovrebbe rischiare la retrocessione, ma è ovvio che se Saputo si mettesse in testa di fare un colpo ad effetto chissà che la parte sinistra della classifica non possa essere raggiunta. Tante occasioni sprecate si dirà, in parte vero, ma questo è un Bologna che crea sicuramente di più rispetto al passato. “Ha segnato col numero dieci, Mattia…Destro!” recita lo speaker, se il buongiorno si vede dal mattino…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy