Floccari, Zuniga e…Il mercato non è finito (con possibili sorprese)

Floccari, Zuniga e…Il mercato non è finito (con possibili sorprese)

Non solo Floccari, il mercato può regalare altri nomi e un cavallo di ritorno

Sergio Floccari è ufficiale, dopo anni in cui veniva dato per ‘vicinissimo’ finalmente lo abbiamo tra le mani, e forse in uno dei momenti migliori della sua carriera. A Sassuolo aveva iniziato a segnare a valanga, speriamo che questo breve periodo di inattività agonistica non abbia sopito la sua vena realizzativa. Aggiungo, siccome sono sempre stato uno di quei bambini che appena riceveva un giocattolo nuovo lo utilizzava per giorni senza sosta, perché non schierare subito Floccari contro la Lazio? Tra l’altro è un ex…sai mai ci scappi il gol.

Il secondo acquisto dovrebbe essere Juan Camilo Zuniga, un passato da grande esterno, sia in difesa che in fase offensiva, un presente da ricostruire a Bologna sperando nell’aria buona della città e nella serenità della piazza. Se Zuniga torna Zuniga siamo a cavallo. Attendiamo dunque che il giocatore ridiscuta con il Napoli alcuni suoi termini contrattuali e abbracciamolo. Persistono problemi tra i partenopei e il calciatore relativi a vecchie questioni irrisolte, ballerebbe una cifra di denaro importante che il Napoli avrebbe trattenuto al giocatore sotto forma di multa, su questo c’è un braccio di ferro tra dirigenza ed entourage del colombiano. Una volta risolta la questione, Zuniga sbarcherà al Bologna. Un giocatore così può essere decisivo e incisivo, speriamo davvero che Donadoni possa ridare vita ad un grande giocatore.

Ma il mercato del Bologna non dovrebbe fermarsi qui, almeno altre due pedine potrebbero arrivare durante questo gennaio. Nell’ultimo periodo la concentrazione è stata tutta indirizzata verso l’attacco, Calleri, Gabbiadini, Cerci, El Shaarawy e appunto Floccari, mentre degli altri reparti si è parlato poco se non nel momento in cui Corvino ha cercato di prendere Ranocchia. E allora parliamo della difesa. Con l’arrivo di Zuniga, Donadoni avrà a disposizione una alternativa in più a destra, la conseguenza è il possibile ritorno di Rossettini in zona centrale. In sostanza, l’ex Cagliari sarà il vero rinforzo tra i centrali, fermo restando che i continui infortuni di Maietta potrebbero indirizzare il Bologna verso un nuovo acquisto anche se al momento le priorità sono altre. Rimanendo nel reparto arretrato, non dovrebbe uscire a gennaio Oikonomou, mentre in estate le strategie potrebbero cambiare e il giocatore pare aver percepito la possibilità di essere ceduto. La destinazione sembra essere Napoli, quando il Bologna proverà l’assalto a Gabbiadini che nel frattempo potrebbe veder alzato il suo valore con la convocazione all’Europeo di Francia. In quel caso per i rossoblù si farebbe dura. Ma c’è tempo per pensarci…

Passiamo alla mediana. Nelle ultime due settimane si è parlato poco di centrocampisti ma Donadoni potrebbe richiedere un innesto in quella zona di campo, magari con qualche gol in canna. Ecco allora che il nome di Nocerino torna buono, un giocatore su cui il Bologna continua a lavorare e sondare il terreno. Non è un mistero, ma non si parlava di lui da un po’ di tempo e nelle ultime ore il ragazzo è tornato in auge. L’altro candidato potrebbe essere Jose Mauri, anche lui chiuso al Milan. A complicare leggermente i piani su questi due giocatori potrebbe essere Diawara. Spieghiamoci, da Milano giunge voce che il ragazzo piaccia ai rossoneri, ecco allora che i dirigenti potrebbero inserire il suo nome su tutte le trattative in uscita, anche perché, si sa, il Milan non può competere con i denari di Abramovich. Occorre però stare tranquilli, il ragazzo non si muove da Bologna. La società è consapevole del fatto che il valore di Diawara può solo crescere ed è prematuro prendere in considerazione ora una cessione. Per cui, non è escluso che possa arrivar Nocerino in prestito.

La chiusura è dedicata a Gaston Ramirez. Il ragazzo vuole tornare, in società Di Vaio e Perez lo riabbraccerebbero volentieri e sembra che anche Donadoni voglia accettare la sfida, perché Ramirez può consentirgli soluzioni tattiche diverse e c’è la consapevolezza del fatto che è complicato in questa sessione di mercato raggiungere il nome di peso. Da qui la trattativa per ‘El Nino’, probabilmente più offerto dal suo procuratore, da sempre molto influente sulle decisioni del ragazzo, che dal Southampton. La situazione per il Bologna è chiara, se i Saints sono disposti a cederlo a zero euro (o a cifre irrisorie) se ne può parlare, a quel punto la palla passerebbe a Betancourt, un procuratore con cui è difficile lavorare. E’ uno di quelli che ragiona anche per interessi personali, che probabilmente ha in passato consigliato male il suo assistito e rappresenta un osso duro da masticare. Toccherebbe a Gaston imporsi, e se il Southampton è disposto ad una operazione a costo zero con Ramirez desideroso di tornare, beh….concludete voi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy