Floccari out, ora serve intervenire sul mercato

Floccari out, ora serve intervenire sul mercato

Infortunio al soleo per Floccari, fuori tre settimane. Con Destro ancora incognita è necessario intervenire.

Altra tegola sul Bologna, in un reparto privo di Giaccherini e alle prese con l’eterno recupero di Mattia Destro, si abbatte anche la lesione al soleo di Sergio Floccari. Tre settimane di stop, proprio nel momento in cui si mette a punto la condizione fisica in vista del campionato. Difficile dunque vederlo in campo per la prima di Serie A contro il Crotone. E con Destro che ancora non si sa quando tornerà, il Bologna si ritrova sguarnito di prime punte, a meno che non venga rispolverato il sempre eterno, contrattualmente parlando, Robert Acquafresca.

Siamo a due settimane dal via della Coppa Italia, a tre dall’inizio del campionato e l’infortunio di Floccari non agevola il lavoro di Donadoni, chiamato a far salire il dato dei gol segnati da 33 ad una quota abbondantemente sopra i 40. A questo punto si rende necessaria la cessione immediata di Diawara – e qualcosa si sta concretamente muovendo in queste ore – e agire sul mercato per coprire una falla che ormai è diventata uno squarcio. Sadiq potrebbe essere un buon rincalzo e un abile tappabuchi in questa fase, ma il ragazzo, seppur vicino, dovrebbe prendere parte alle Olimpiadi con la Nigeria. Altro intoppo non da poco.

E’ chiaro a questo punto che il Bologna dovrà fare in fretta, perché in Austria si può anche giocare con Verdi falso nueve ma quando arriveranno le partite ufficiali no, lì il risultato conta, sia in Coppa Italia ma soprattutto in campionato, quando un Bologna chiamato a migliorare il 14esimo posto dovrà partire nettamente meglio rispetto a un anno fa. Serve una operazione sul mercato, a meno che da domani Destro non sia già rientrato in gruppo con tutti gli altri. Una possibile soluzione di emergenza? Da Udine mi dicono che Thereau preme per andare via…

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy