Calleri rallenta (e con esso Ranocchia), per Floccari non è fatta mentre su Morleo c’è la Salernitana: e se tra dieci giorni cambiasse tutto?

Calleri rallenta (e con esso Ranocchia), per Floccari non è fatta mentre su Morleo c’è la Salernitana: e se tra dieci giorni cambiasse tutto?

Calleri e Floccari, tutto fermo. Tra dieci giorni potrebbe cambiare il mondo

Momento di calma piatta sul mercato, proprio nel giorno di apertura. O meglio: calma apparente. Il Bologna sembra non avere particolare fretta, anche perché le trattative più calde dipendono anche dal volere delle altre parti in causa. Si parte da Calleri, l’attaccante argentino era atteso in Italia in queste ore per la firma con l’Inter e il passaggio in prestito al Bologna. Si era narrato addirittura che Calleri avrebbe fatto in tempo ad assistere dal vivo a Milan-Bologna. In realtà pare proprio che il suo viaggio in Italia sia slittato. I motivi? Probabilmente per l’Inter 15 milioni sono troppi e si cerca uno sconto. Comunque il presidente del Boca rilancia ammettendo come entro la settimana si chiuderà…Da notare inoltre come legato all’affare Calleri per il Bfc ci sia pure quello che porta il nome di Ranocchia. Ecco, il difensore avrà detto no al Norwich ma nemmeno sì, in maniera convinta, al Bologna. E poi quell’ingaggio qualcuno dovrà pagarlo, e Corvino non sembra disposto…

Che si fa allora? Inutile che ve lo dica: si aspetta. Il problema è che quando una trattativa di mercato rallenta non è che riprende piede con una pedata sull’acceleratore. Il rischio è che Inter e Bologna vedano Calleri trasferirsi in Premier, dove diversi club sembrano disposti a pagare bene e che ora tornano prepotentemente in lizza se la fase di stallo con i nerazzurri non si sbloccherà. E attenzione, l’Inter può prenderlo ma resta per il Bologna il passo successivo, ovvero il prestito (e in quel momento tante squadre saranno in lizza). Inoltre, Calleri vorrebbe giocare e non fare il vice Destro. Questo può modificare le strategie di mercato del Bologna che vedeva in Calleri un talento da prendere anche in prestito secco per pochi mesi. La punta da utilizzare, all’occorrenza, per il cambio di modulo.

E Floccari direte voi? Anche in questo caso si viaggia alla solita velocità media di marcia, non ci sono state accelerazioni, di sicuro il Bologna non lo avrà né con il Milan né probabilmente con il Chievo. In questo caso resta da capire se si tratta solo di un muro del Sassuolo, che prima dovrebbe trovare un sostituto, o se anche il club rossoblù non sta affondando con decisione il colpo. In questo caso qualche rumors di un Bologna titubante si sta diffondendo, ma il fatto che Corvino stia cercando una punta con queste caratteristiche è un fatto assodato. Ecco perché ieri vi ho fatto anche il nome di Gakpè che da terzo incomodo potrebbe anche spuntarla. Chissà…

Rimanendo a Floccari però, inizia a farsi pressante il Frosinone che da tempo segue il calciatore. Certo, Bologna è un’altra cosa, ma se il Sassuolo aiutasse i ciociari a prendere Trotta potrebbe nascere una bella sinergia di mercato. Ergo: il Bologna deve iniziare a decidere in maniera chiara le proprie strategie (a meno che non l’abbia già fatto).

Per quanto riguarda Borriello invece, nelle ultime 48 ore si è diffusa la voce di un’offerta del Bologna al Carpi. Non risulta nulla di tutto questo, permane un sondaggio effettuato tempo fa ma nulla più al momento. E non è mica detto che quel sondaggio sia stato fatto da Corvino…Ad ogni modo, se il Bologna volesse Borriello lo avrebbe già preso, basterebbe semplicemente mettere sul piatto Mancosu che Castori vorrebbe volentieri allenare. Il fatto però che il Bologna non abbia affondato il colpo non significa che non possa farlo più avanti, tutto dipenderà da come si evolveranno le trattative di mercato per gli obiettivi primari per l’attacco.

Chiusura su Morleo. Nella serata di ieri è circolata voce di un accordo raggiunto con la Salernitana per il passaggio del terzino in Campania. Non è proprio così, ma non è neanche vera la smentita piovuta a stretto giro di posta. La Salernitana lo vuole, dato assodato e confermato dalla Campania, Morleo ci pensa perché chiuso da Masina e forse desideroso di rimettersi in gioco in B. Il Bologna non fa muro, ascolta le proposte e valuta, probabilmente dando la disponibilità – qualora si facesse – a pagare parte dell’ingaggio, ma non può cederlo se prima non trova un sostituto (impensabile rimanere con il solo Masina come terzino sinistro). Qui c’è il problema, perché Corvino vorrebbe Santon – altra trattativa legata a Calleri – ma le difficoltà sono evidenti. Il procuratore dice che il ragazzo non vuole lasciare Milano a meno che l’Inter non lo metta sul mercato, cosa che pare lapalissiana visti i discorsi per Calleri, ma se i nerazzurri non portano a termine l’affare per l’attaccante del Boca diventa difficile per il Bologna intavolare discorsi seri per il terzino. Ecco allora che non dovrebbe sorprendere un fatto: tra dieci giorni potremmo trovare sul tavolo delle trattative altri obiettivi di mercato, nomi al momento gelosamente custoditi dal direttore sportivo rossoblù.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy