Belli quei seggiolini rossi e blù

Belli quei seggiolini rossi e blù

Guardavo le immagini dei lavori di ristrutturazione in corso d’opera al Dall’Ara, quelli che cercheranno di rendere la casa dei rossoblù dignitosa in vista di un difficile campionato di Serie A. Si vedono già i seggiolini blu in quella che fu la Tribuna Laterale, con qualche spazio vuoto probabilmente colmato da seggiolini rossi. Finalmente il Bologna rende il proprio stadio un ambiente casalingo con i colori sociali predominanti sugli spalti, anche perché fino adesso sembravamo una succursale del Modena con tutto quel giallo. Scherzi a parte, ammirando le immagini tridimensionali di quella che sarà la futura Terrazza Bernardini, più che soffermarmi sull’ospitalità verso i ricchi sponsor o i ricchi imprenditori, ho scorso una immagine che raffigurava una parte dei Distinti. Ecco, ho notato, in quella che dovrebbe essere una immagine prospettica su quello che diventerà l’impianto, un assortimento di seggiolini rossi e blu anche in quel settore. Indizio importante, perché una immagine tridimensionale dello stadio che sarà non ci è stata fornita, sappiamo solo del cambio delle sedute, al momento eliminate dai Distinti in cui è apparso, nella parte alta, uno stendardo blu raffigurante lo stemma del club. I tifosi già si chiedono cosa succederebbe in caso di pioggia, perché quel telone farebbe scivolare l’acqua addosso agli spettatori. Non so quali contromisure adotterà la società, ma siccome l’idea di Saputo è quella di rendere più accogliente il Dall’Ara, immagino che il problema verrà ovviato in qualche modo. Parliamoci chiaro, non sarebbe da Saputo far rovesciare addosso ai tifosi litri di acqua piovana…

Finalmente avremo un Dall’Ara consono, come colpo d’occhio, ai grandi palcoscenici della Serie A in cui ricopre una grande importanza il ruolo televisivo. Vedere su Sky uno stadio più gradevole agli occhi dei tifosi che guarderanno in tv la partita (vale anche per quelli di altre squadre) aumenterà il livello di credibilità del club, rendendo il Bologna una società apprezzabile e apprezzata a livello nazionale. Chi non tocca con mano l’impianto, si basa sulla visione del Dall’Ara dalle immagini televisive e vederlo profondamente rinnovato rispetto all’orribile situazione che abbiamo avuto fino al nove di giugno, risulterebbe sicuramente un aiuto per questo nuovo corso societario. 

Questo il rinnovamento immediato, ma balla quello definitivo tra la ristrutturazione di tutto il Dall’Ara oppure la costruzione di un impianto nuovo altrove. L’intenzione primaria è cercare di restare in via Andrea Costa, ma come dice Saputo ‘l’impianto è protetto dai Beni Culturali’, un aspetto che, oltre ai costi, può portare la società a virare su un progetto totalmente nuovo. In sintesi, più ostacoli ci saranno rispetto ai lavori invasivi che il club ha in mente per riqualificare la zona, più il Bologna imboccherà la strada opposta: quella che porta ad un nuovo stadio. Ecco – su questo tema – un’idea che dovrebbe portare al Bologna spese ma anche un deciso salto in avanti in termini di ricavi, occorrerebbe lasciare carta bianca alla proprietà, agevolare il più possibile la realizzazione dei loro progetti e spianare la strada verso una riqualificazione che è desiderata dal 99,9% dei tifosi. Saputo si sta sbattendo per rilanciare il Bologna, ripianando debiti, mettendo risorse per il mercato e spendendo soldi per un rappezzamento di un Dall’Ara prossimo alla ristrutturazione totale o all’abbandono definitivo. Non possiamo rendere le cose troppo complicate a questo chairman che si è messo una mano sul cuore e ha deciso di salvare il Bfc dalle secche di una gestione scellerata e dal rischio concreto di fallimento. Ben vengano gli investitori esteri come Saputo, persone che oltre a rilanciare un club portano sul territorio investimenti e lavoro. In sintesi: fanno circolare denaro. Di questi tempi è come aver fatto un terno al lotto. 

ps: lo Spunto si prende un giorno di pausa, ritornerà online lunedì a mezzanotte. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy