Un match di domenica alle 15, era ora!

Un match di domenica alle 15, era ora!

di Gionni Forlenza

Scusate il giro di parole ma era ora che il Bologna giocasse di domenica alle ore 15. C’è voluta l’ottava di campionato ai rossoblù per evitare anticipi e posticipi. D’altronde da oltre vent’anni sono i diritti televisivi a stabilire gli orari, obbligando a giocare partite ad orari anche assurdi e spesso indigesti a mister e giocatori. Era anche ora che dopo 49 anni e 7 mesi si rigiocasse Bologna-Spal in serie A. Nel triennio 1992-1995 Bologna e Spal si sono sfidati per ben 8 volte ma tra serie B e C, 6 in campionato e 2 nei playoff di serie C. Andò male al Bologna nel giugno del ’94 al primo anni di Gazzoni presidente, quando i rossoblù, proprio a causa della Spal, fu eliminato in semifinale. Per il Bologna risultò il peggior piazzamento della sua storia considerando la precedente esperienza in C nel 1984 coronata da una immediata promozione. La Spal, invece, fu eliminata in finale dal Como. Bocconi veramente amari ed indigesti per entrambe le squadre emiliane. Ad esempio, in serie B nella stagione ’92-’93 entrambe vennero retrocesse.

Per la Spal il match di domenica sarà quasi l’evento del nuovo millennio mentre per il Bologna una partita quasi normale. Questo almeno fino alla vigilia. Sono infatti convinto che l’atmosfera che si vivrà al Dall’Ara, al cospetto degli oltre 25000 spettatori, darà una carica, una spinta importante anche ai giocatori rossoblu. 14 punti per poter dire che il Bologna e’ diventato grande; 8 punti per poter dire che la Spal si salverà senza troppi patemi oppure come dice il detto, un punto per uno non fa male a nessuno? Risultato che peraltro risulterebbe tanto caro agli ex di turno da Olivares a Cipriani, da Paramatti a Cervellati. Come andrà a finire lo sapremo solo al triplice fischio di Guida. Chioso dicendo che mi piacerebbe domenica vedere allo stadio il Presidente onorario Gazzoni Frascara poter gioire a fine partita alzando le braccia al cielo per rifarsi del boccone indigesto di oltre vent’anni fa, magari a fianco del chairman Saputo che e’ atteso in città per l’assemblea dei soci di sabato e quindi anche per il derby di domenica. Sarebbe un bel regalo all’uomo Gazzoni distinto e perbene prima ancora che al Presidente. Al Bologna ha dato veramente tanto, non solo in termini economici. Bologna-Spal, era ora!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy