#playoffiamolA tutti insieme

#playoffiamolA tutti insieme

Egregio… no, scusate. Eminente… non va bene. Insigne… ma per l’amor del cielo. Ok, ho trovato. Amico Inno del Bologna. Ti scrivo in questa giornata perché, non so se lo sai, ma cominciano i playoff. Non sapendo più a che Santo votarmi, ho pensato a te. Sarà per il tuo nome, “Le tue ali Bologna”, per chi ti ha scritto… boh, mi è venuta così. Comunque. Mi hanno detto che serve l’apporto di tutti, quindi anche il tuo. Non so se mi portai supportare, ma in fin dei conti quello che ti chiedo è di vegliare sul nostro Bologna. Nel caso serva, ti chiederei pure una botta di culo. Già che ci siamo teniamone in canna due, meglio abbondare.

 

Amico Inno, questa sera i rossoblù devono andare in campo più convinti che mai di essere il Bologna e di fare il Bologna. Ci è stato fatto un regalo. Sì questi playoff sono un dono trovato sotto l’albero il giorno di Natale, perché essendo arrivati quarti, la serie A quest’anno non la vedevamo manco salendo sull’Asinelli in un giorno terso. Invece ce la possiamo ancora giocare, ce la dobbiamo giocare fino al novantacinquesimo del nove giugno.

 

Perché di questa serie B, amico Inno, non ne possiamo già più. Diciamocelo sinceramente, noi bolognesi questa B non la sentiamo proprio nostra. Se mi chiedono contro chi abbiamo giocato venerdì, devo andare a cercare sul calendario. Lanciano, Trapani, Ternana, Latina, Crotone, Varese, Cittadella, Entella, e non dico Carpi e Frosinone perché ormai di un’altra categoria e spero di rincontrarle l’anno prossimo. Ma le altre no! Con tutto il rispetto, ci mancherebbe. Magari veniteci a trovare voi un anno in serie A, oppure facciamo un’amichevole. Ecco, un’amichevole, più che volentieri. Ci sentiamo, chiamiamo noi, tranquilli!

 

Come dici  amico Inno? “Di professione scettici, seduti sui gradoni”? Si, hai ragione, noi Bolognesi siamo così. Però da questa sera non c’è pezza, nessuno scettico e martedì tutti seduti sui gradoni. Tutti allo stadio. Il Dall’Ara deve ribollire del nostro amore, della nostra passione. Dove non arrivano i giocatori dobbiamo arrivare noi tifosi. Chiamate amici, parenti, conoscenti. Fermate la gente per strada, alla Coop mentre fate la spesa. Passate al Cantierone di via Ugo Bassi, prendete su una carrettatta di umarells, mettetegli una sciarpa rossobù al collo e tutti al Dall’Ara, tanto di buche ne trovano parecchie pure lì. Facciamo vedere a Joe e Joey che hanno fatto la scommessa giusta. Hi guys, avete visto, ci siamo tutti! Ma che gran bazza è stata prendere questa squadra?!

 

“… che se poi esiste la felicità, chi ti dice che non passi anche di qua”, bravo amico Inno, dobbiamo pensare positivo. Tanto a fare dei processi, a dire che è colpa di questo o di quello, c’è tutta l’estate. Lopez, non Lopez, Fusco non Fusco. Adesso ci sono Pantaleo Corvino e Delio Rossi. Punto. Un anno fa avremmo firmato carte false per averli qui e adesso li contestiamo? Dai, non scherziamo. Poi a volte i sogni si avverano. Io non avrei mai sperato, neppure nei sogni più libidinosi (calcisticamente parlando, sia chiaro!), che arrivassero Tacopina e Saputo. Sono arrivati! Adesso proviamo a sognare tutti insieme la serie A, non costa nulla. Magari sbaglia strada, magari invece imposta la rotta giusta e si ferma sotto le Due Torri.

 

“… ale’ vola Bologna, le tue ali Bologna, le mie gambe Bologna, sto correndo con te”, grande amico Inno, hai centrato il punto! Mettiamo le ali alla squadra. Martedì il Dall’Ara deve essere  completamente rossoblù. Gli avversari si devono prendere paura, se la devono fare nelle braghe. Devono capire che sono solo un ostacolo, noi siamo lì per il Bologna, per vederlo vincere. Come non ha più importanza. Gioco spumeggiante o una noia mortale, con un gran goal o con una rete talmente brutta da far male al fòtbal. Va bene tutto, ma la palla deve varcare quella linea. Se restate a casa poi ve ne pentite. C’è Sky? Ma volete mettere l’emozione che si prova ad entrare al Dall’Ara? Certe partite non basta vederle, si devono vivere. Poi amico Inno, quando risuoni tu e tutto diventa rossobù…

UNO FISSO NEL MIO CUORE!

… questa sera X2, che non ci sbagliamo!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy