Assedio al Franchi

Assedio al Franchi

Commenta per primo!

Se foste vissute in un’altra epoca, in quale epoca vi sarebbe piaciuto vivere? Eleonora, prego. “Ehh.. 15.. 2015”. L’anno va bene, ma poi c’è una motivazione pure.. “L’assedio della Fiorentina dell’area del Bologna. Visto che gli almanacchi parlano, pagine e pagine, lo volevo vivere… tanto son donna…”. Si, risponderà così la Miss Italia del 2052 e a dirla tutta, sarebbe una risposta migliore di quella data dall’attuale. Ma queste sono cose che non ci riguardano.

 

“L’assedio è una situazione bellica in cui un esercito circonda e controlla gli accessi ad una località, di solito fortificata, allo scopo di costringere i difensori alla resa o di conquistarla con la forza”. Così recita wikipedia. “Capitano Delio, arrivano da tutte le parti! Che facciamo?”. Mastica, mastica, mastica. “State compatti, non fate pazzie, non uscite dalla metà campo!”. “Capitano Delio, ne arrivano sempre di più! Ci aggirano sulle ali, non li conteniamo più!”. Mastica, mastica, mastica. “Stringete le linee, non abbassatevi, resistete!”. “Capitano Delio, qui è un massacro, piovono palloni da ogni dove! O facciamo un’azione di alleggerimento o siamo fottuti!”. Mastica, mastica, mastica. “Ma siete matti, non uscite da quella metà campo! Chi sgarra verrà punito!”. Il Forte Bologna è stato circondato dall’esercito viola. Ha tenuto botta 71 minuti, poi, come prevedibile, si è aperta un falla e i nemici sono entrati copiosi nelle difese. Non c’è più stata battaglia, non c’è più stata partita. Al minuto 82 è stata alzata bandiera bianca, ma non ci sono stati prigionieri, nessuno si è salvato.

 

Leggo un po’ di numeri, impietosi, e arriva la conferma che questa sera non c’è stata partita, il Bologna non è mai salito sul Frecciarossa che svalica l’Appennino. Corner: 6-0. Passaggi totali: 589-203. Possesso palla: 64%-36%. Con il passare dei minuti le linee si sono sempre più avvicinate. Nella ripresa i centrocampisti erano in braccio ai difensori. Gli esterni sono andati in confusione e sono cominciati a piovere cross in area. Poi il calcio è una scienza strana, quasi mai esatta. Se Mattia avesse messo dentro quella palla al minuto 41, magari parleremmo di un’altra partita. Destro quei palloni li deve mettere in fondo al sacco, senza se e senza ma. Senza tentennamenti dovrebbero anche essere ammoniti gli avversari. Rebic doveva prendere un giallo per fallo su Taider prima, poi per quello su Oikonomou (direi quasi da rosso). Quindi andava espulso. Invece è stato ammonito Diawara per una cazz.. cavolata. Ma poi la viola poteva spingere più di così? Ma poi in dieci si sarebbe disunita? Ma poi… ma poi se mia nonna avesse avuto le ruote sarebbe stata una carriola.

 

C’è poco da dire. La Fiorentina, scesa in campo con molte seconde scelte, è una spanna sopra al Bologna. Sia come uomini che come gioco. Questo lo sapevamo. Quello che non potevamo sapere è il fatto che questa squadra ne ha per 45 minuti, poi sparisce dal campo. Ulteriore passo indietro rispetto alle precedenti prestazioni. Questa sera la squadra è entrata in campo con in piglio sbagliato. Si è vista la mancanza di personalità, di un leader che prenda in mano i ragazzi durante la tempesta. Superfluo fare nomi. Chiedere a Diawara di arginare Borja Valero,  costruire il gioco ed essere leader a diciotto anni mi pare un po’ troppo. Amadu è forte, magari fra qualche anno asfalterà sia Borja che Valero, però adesso non ce la può fare. Se poi ci si mette anche Mirante, non riuscendo a fare un rilancio decente, vuol dire che non è serata, è meglio lasciare perdere, mettere su Fresca e buona notte.

 

E adesso che si fa? Cominciamo a chiedere la testa di Rossi e Corvino? A dire che è tutto da rifare, che è tutto sbagliato? Fra quattro giorni si torna in campo. Sarà un match importante, teso, difficilissimo, terrorizzante. Per questo mi sono iscritto ad un corso di Shintoismo che riallinei il mio karma. Quindi ragazzi karma, tanta tanta karma.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy