ESCLUS. TBW – Ferraioli (Radio Day Frosinone): “Domenica partita da tripla, e su Mounier vi dico che…”

ESCLUS. TBW – Ferraioli (Radio Day Frosinone): “Domenica partita da tripla, e su Mounier vi dico che…”

Bologna-Frosinone, domenica ora 15. Una partita che vale già un pezzo di promozione, scontro diretto tra le ultime due della classe, neopromosse che hanno dovuto pagare lo scotto del noviziato. In vista della sfida del Dall’Ara, abbiamo intervistato in esclusiva Danilo Ferraioli della redazione sportiva di Radio Day Frosinone, un modo per fare il punto della situazione sulla squadra ciociara e su come, dal Matusa, viene vista la sfida contro i rossoblù.

Ferraioli, domenica prossima ci sarà Bologna-Frosinone, le uniche due a zero punti. Un primato che nessuno vorrebbe avere…

“Match che vale doppio, nonostante sia ancora la quarta giornata. E’ un match salvezza, inutile nasconderci. Credo che per entrambe le compagini sia importante iniziare a raccogliere punti”.

La sensazione è che entrambe abbiano raccolto meno di quanto meritassero.

“Assolutamente. Credo che le due squadre, nonostante i vari problemi di questo inizio stagione, abbiano le carte in regola per potersi salvare. Le prestazioni stanno arrivando, e questo penso che sia importante sia a livello fisico che psicologico”.

Altro dato, le 3 neopromosse assieme hanno raccolto solo un punto. Il salto in Serie A è così complicato?

“Penso che queste tre neopromosse siano state un po’ sfortunate. A parer mio ci ritroviamo di fronte una delle Serie A più competitive degli ultimi dieci anni. Le big son tornate a spendere importando in Italia grandi talenti, e tante compagini di metà classifica hanno operato benissimo sul mercato, mi viene in mente ad esempio il Torino”.

Quello del Frosinone è stato un mercato oculato, può essere sufficiente per arrivare alla salvezza?

“Speriamo (ride, ndr). Credo che gli innesti degli ultimi giorni, due su tutti Tonev e Castillo, possano far la differenza. Il mercato lo ritengo più che sufficiente anche perché sono stati raggiunti gli obiettivi prefissati: mantenere l’intelaiatura dello scorso anno facendo acquisti mirati”.

Dall’altra parte il chairman del Bologna Joey Saputo ha investito circa 30 milioni di euro. Cosa ne pensa del mercato rossoblù?

“Un calciomercato cinque stelle per esser una neopromossa. Destro e Giaccherini sono calciatori che vogliono rilanciarsi anche in ottica Nazionale. Poi a Bologna c’è Mounier, uno dei miei pupilli. Lo seguo sin dai tempi del Nizza, e credo che alla fine possa rivelarsi come la vera sorpresa della compagine felsinea”

Con questa nuova proprietà, il Bologna viene percepito come una rivale per la salvezza oppure una squadra di status superiore?

“Io credo che nelle prossime stagioni i rossoblu punteranno senza mezzi termini all’Europa. Questo deve esser visto come un anno di transizione, dove inevitabilmente ci sarà da lottare e sudare per tagliare il traguardo salvezza”.

Uno dei punti di forza del Frosinone è Gucher, come sta la sua caviglia?

“Purtroppo non bene. Il calciatore austriaco dovrà star fuori per almeno 15 giorni, e sicuramente non ci sarà al Dall’Ara. Una brutta tegola per mister Stellone anche perchè l’ex Genoa è il faro del centrocampo.”

C’è pressione in vista di questa sfida? Il rischio che una delle due rimanga sola a zero è alto…

“Ha perfettamente ragione. Credo che la pressione sia tanta, anche perché il rischio di rimanere da soli in fondo alla classifica con zero punti non gioverebbe dal punto di vista psicologico.

Che tipo di partita si aspetta, dove, secondo lei, il Frosinone può far male ai rossoblù?

“Sarà una partita aperta, un po’ come quella dello scorso anno. Son convinto che il Bologna partirà forte, ma il Frosinone potrebbe agire in contropiede sfruttando al meglio i propri esterni. Sfida da tripla, tutto è possibile”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy