L’ex Castellini: “Lo Spezia spartiacque decisivo. Ora vengano fuori i giocatori più esperti”

L’ex Castellini: “Lo Spezia spartiacque decisivo. Ora vengano fuori i giocatori più esperti”

L’ ultima promozione in A del Bologna fu nel 2007-2008 e non fu una delle promozioni più tranquille e scontate. Come oggi i rossoblù si trovarono a dover affrontare un finale di stagione non facile, culminato con una pesante sconfitta, 3 a 0 sul campo del Grosseto, a quattro giornate dalla fine. 

Le analogie con il momento attuale sono tante, così come spiega Matteo Castellini, capitano del Bologna di quegli anni: “Oggi come allora il Bologna è ad un bivio. Noi dopo la sconfitta a Grosseto reagimmo  vincendo le tre partite seguenti. La squadra di Lopez deve fare lo stesso, la gara con lo Spezia sarà lo spartiacque della stagione: o il Bologna vince e si rilancia oppure crolla.”

Come fare per rialzarsi? Castellini racconta la sua esperienza: ” Ricordo un paio di confronti in spogliatoio dopo quel pesante k.o. Duri, senza farci sconti, ma corretti perché tra noi non c’erano problemi. credo sia arrivato il momento anche per i ragazzi di farlo.”

La promozione del 2007-2008 arrivò grazie ad un gruppo che, seppur a corto di energie fisiche, riuscì grazie all’esperienza e alla compattezza a trovare le forze necessarie per vincere le ultime partite ed assicurarsi un posto in A, la squadra di Lopez deve fare lo stesso: “Nel Bologna attuale deve succedere lo stesso: i giocatori di maggior esperienza devono prendere in mano la situazione. Ora deve venire fuori la qualità dei singoli giocatori.”

Altra caratteristica che, secondo Castellini, non può mancare in un finale di stagione è la compattezza: “Maietta dice è che è una questione mentale, io mi fido. Ora devono capirsi bene tra di loro, guardarsi in faccia e capire che da questa situazione ne usciranno solo se faranno quadrato. Tra loro e con l’esterno.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy