Andrea Raggi, dal Bologna al quarto di finale di Champions

Andrea Raggi, dal Bologna al quarto di finale di Champions

Chi l’avrebbe mai detto che Andrea Raggi sarebbe riuscito a ritagliarsi uno spazio importante nel calcio europeo. L’ex difensore rossoblù giocherà stasera l’andata dei quarti di finale di Champions League con il suo Monaco, di fronte la Juve, squadra che di certo i tifosi bolognesi non amano. Andrea Raggi passò di qui la prima volta nel 2009-2010, si iniziò con Papadopulo e poi arrivò Colomba. Il “papa” venne esonerato dopo sei giornate nonostante un pari a Torino con la Juve, l’esordio di Colomba fu da brivido con un 4-1 a Genova con la Samp. Poi un ottimo inverno e la salvezza conquistata, con qualche stento finale, grazie al pari alla trentasettesima con il Catania. Per Raggi trentuno presenze e un gol, proprio al ritorno contro i blucerchiati a pochi istanti dal termine. Stagione successiva con una parentesi a Bari, 13 partite da titolare e poi lo svincolo. Ritorna così in rossoblù nell’estate 2011, è la stagione iniziata da Bisoli ma terminata da Pioli con i 51 punti e il nono posto finale. Titolare anche in questa circostanza, Raggi a fine stagione non trova l’accordo per il rinnovo contrattuale, lì arriverà la ricca chiamata da Montecarlo. Il Monaco parte dalla Serie B e Raggi diventa un punto fermo del mister Ranieri per una squadra in piena fase di rilancio, stasera il culmine con il palcoscenico della Champions. Sicuramente, se Raggi dovesse segnare, qualche tifoso rossoblù sarebbe molto molto contento.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy