Verso Sampdoria-Bologna con un occhio al mercato di gennaio

Verso Sampdoria-Bologna con un occhio al mercato di gennaio

di Gionni Forlenza

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Le prossime 2 partite del Bologna contro Sampdoria ed Empoli, entrambe in trasferta, saranno estremamente importanti. Ne mezzo, il turno di Coppa Italia contro il Crotone. Sabato sera si incontra una Sampdoria che non vince in casa dall’1 ottobre (2-1 contro la Spal) e si trova in una posizione di classifica poco sopra la zona calda. Appena 2 punti nelle ultime 5 giornate di campionato dopo essere partita forte: 12 gol subiti sempre nelle ultime 5 giornate e fa clamore l’1-4 in casa contro il Torino. Il Bologna arriva invece con 4 punti nelle ultime 5 partite, frutto di 4 pareggi. Sarà una partita molto tattica e, per le caratteristiche delle 2 squadre, si andrà parecchio a sprazzi con momenti di gioco e anche di studio per non dire noiosi. Il Bologna dovrà tentare di vincerla ma facendo attenzione a non scoprirsi troppo. Davanti la Samp ha giocatori che sanno fare male ma è anche una squadra che dietro concede parecchio. Bisognerà essere capaci di sfruttare quelle occasioni che capiteranno. Sulle fasce è tornata l’abbondanza con i rientri di Dijks e Mattiello e se l’ex Spal verrà spostato a sinistra, a destra giocherà Mbaye; in caso contrario, a sinistra si giocherebbero un posto Dijks e Krejci e a destra con ogni probabilità Mbaye cederebbe il posto a Mattiello. C’è un dubbio Pulgar, non brillante nelle ultime uscite con Nagy che scalpita mentre Poli e Svanberg dovrebbero essere gli altri interni di centrocampo. Nagy e Pulgar assieme Inzaghi non li vede anche se sarei curioso di vedere Pulgar davanti alla difesa e Nagy più avanzato visto che il cileno ha il lancio lungo e l’ungherese più dinamicità e movimento. In questo caso, verrebbe sacrificato Svanberg con Poli come terzo interno.

Insomma, c’è da rivedere un po’ la squadra dopo aver insistito sugli stessi elementi. Così come in attacco, meglio concedere un turno di riposo a Palacio e riproporre Destro o Falcinelli a fianco di Santander. Destro ha un mese di tempo per ottenere a gennaio la conferma a Bologna. 2-3 gol in questo mese, sarebbero un toccasana per il Bologna e per il giocatore che in caso contrario, verrebbe ceduto al miglior offerente oppure in prestito. A proposito di mercato che tra un mese apre i battenti, il Bologna punta più di un occhio sulla finestra invernale. Sono previste 2 mosse di mercato piuttosto importanti se non 3 (una per settore). In caso di arrivo di una punta, che sia Sansone o Trotta o Gabbiadini, si opterà per un prestito con diritto od obbligo di riscatto. Sarebbe ceduto in prestito o anche a titolo definitivo uno tra Destro e Falcinelli. In difesa si proverà a cedere Paz e forse uno tra De Maio e Gonzalez magari in prestito e prendere un difensore centrale capace anche di avviare l’azione. A centrocampo, tutto dipenderà da Donsah che di fatto potrebbe essere un nuovo acquisto interno e dai chiari di luna di Dzemali che va detto, da quando si è lasciato dalla moglie Erjona, non è più lui e vai a sapere cosa gli frulla nella testa. 2 partite che rappresenteranno un crocevia importante per la stagione dei rossoblu e che comunque vada, dal mercato di gennaio Bigon dovrà estrarre dal cilindro 2-3 giocatori importanti, pronti all’uso e titolari. Quanto a Inzaghi, fiducia accordatagli dal summit di lunedì scorso a patto che faccia bene contro Samp ed Empoli. In caso contrario, Sinisa Mihajlovic sarebbe più di una semplice idea che come dissi qualche settimana fa è stato già sondato dall’entourage del Bologna.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy