Una partita fantasma con la prima di DAZN del Bologna

Una partita fantasma con la prima di DAZN del Bologna

di Gionni Forlenza

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

La prima partita di campionato di Pippo Inzaghi in trasferta, corrisponde con il primo match del Bologna trasmesso da DAZN. Sarà peraltro una trasferta particolare in quanto Frosinone-Bologna si giocherà sul neutro di Torino (Olimpico) a porte chiuse. Così, nel 2018, Frosinone-Bologna potrà essere vista solo da chi si sarà abbonato a DAZN, società londinese della Perform Group fondata nel 2015 e presente in 30 paesi, da luglio 2018 anche in Italia. Difficile stimare quanti appassionati si affideranno a Dazn, che comunque per il primo mese ha proposto una visione gratuita. C’è poi l’accordo con Sky. La pay tv non ha ridotto il costo dell’abbonamento, puntando su un ribasso di 2 euro al mese rispetto al canone completo di Dazn. In sintesi, per vedere Dazn tramite Sky servono 7.99 euro in più, mentre la sola Dazn costa 9.99. In ogni caso, da questa stagione servono comunque due canoni mensili per vedere tutte e 10 le partite di A. E domenica sera si aggiunge anche il fatto che la partita si giocherà a porte chiuse, un aspetto su cui i tifosi Bfc non hanno alcuna colpa. In sostanza, c’è il rischio che la partita venga vista da un numero ristretto di persone sui canali tradizionali (se poi qualcuno si arrangerà in qualche modo non si può saperlo).

Detto ciò, domenica sera ci si presenta con un Campbell in più per il Frosinone ed un Palacio in meno per il Bologna. El trenza dovrà stare fuori per infortunio 3 settimane, salvo miracoli. A questo punto bisogna scegliere se presentarsi a Torino partendo coperti con i 3 centrocampisti di ruolo scesi al Dall’Ara o se provare un centrocampo più votato ad offendere con Orsolini e Svanberg al posto di Poli e Dzemaili. Io personalmente, penso ad una via di mezzo. Al fianco del confermatissimo Pulgar giocherà Dzemaili, visto che e’ anche capitano, e Orsolini al posto di Poli. In avanti, Destro e Falcinelli sono in vantaggio su Santander e Okwonkwo. Dietro, fuori Gonzalez (sostituito a partita in corso contro la Spal per scelta tecnica), il pacchetto difensivo dovrebbe essere composto da destra verso sinistra da De Maio o Calabresi, Danilo, Helander. Mattiello a destra e Dijks a sinistra con Skorupski in porta, dovrebbero completare l’11 di partenza. 2 esterni di centrocampo che garantiscono una certa spinta. Per far giocare anche Poli, e quindi non bocciare il centrocampo contro la Spal, ci potrebbe stare anche l’idea di Orsolini al posto di Mattiello ma questa e’ più una mia idea. Ad ogni modo le 3-4 rivoluzioni di Pippo Inzaghi (compresa la partita) per molti tifosi resteranno solo sulla carta, accompagnati magari dallo storico audio di “tutto il calcio minuto per minuto”. Chi lo avrebbe mai detto?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy