Un agosto alla portata per il Bologna. Vietato toppare la prima di Coppa Italia

Un agosto alla portata per il Bologna. Vietato toppare la prima di Coppa Italia

di Gionni Forlenza

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

E’ cominciata la seconda parte di ritiro in quel di Kitzbuhel e Inzaghi comincerà in terra austriaca a capire anche nei singoli cosa potrà dare questo Bologna nella stagione che si appresta ad affrontare. Ci sono infatti 4-5 elementi in esubero che Bigon dovrà cercare di piazzare. Sarà già buono alleggerirsi di qualche ingaggio di troppo se poi il Ds riuscisse anche a cederli a titolo definitivo raggranellando qualche milioncino, sarebbe da applausi. Nel frattempo Bigon cercherà di regalare a Pippo Inzaghi un difensore centrale di spessore che possa anche guidare la difesa: in questo momento tra i difensori manca un vero leader un po’ com’era Maietta. Quasi sicuramente a ridosso di Ferragosto, il Ds cercherà un colpo last minute, un giocatore di buon livello ma considerato in esubero nelle società di prima fascia. Potrebbe essere un centrocampista (piace Grassi) o un attaccante dopo che si sarà sfoltita la rosa nel reparto offensivo. Inzaghi pochi giorni fa ha ammesso che la squadra gira abbastanza bene e che mancano solo i gol. Per il gioco del calcio, mica una cosa da niente!…

Intanto il Bologna nel mese di agosto, ha la possibilità di partire col piede giusto. Avvio di Coppa Italia e Campionato molto simile a quello scorso. Il 12 agosto in Coppa Italia il Bologna incontrerà la vincente tra Padova-Monza e dopo le figuracce contro Pavia e Cittadella, dovrà cercare di superare il turno anche perché poi sarebbe solo a un passo da un Bologna-Juve da grande incasso al botteghino qualora si dovesse giocare al Dall’Ara. Lo scorso anno in Campionato si parti’ con Torino in casa e neo promosso Benevento in trasferta. 4 punti totalizzati frutto di un pari ed una vittoria. Le prime 2 giornate della stagione 2018-19 su per giù si equivalgono con Spal in casa e Frosinone neo promosso in trasferta, per giunta, non a Frosinone ma in campo neutro per via della squalifica del campo ciociaro in occasione dei fatti accaduti nell’ultima partita play off tra Frosinone-Palermo. Firmerei i 4 punti dello scorso anno in aggiunta al passaggio del turno di Coppa Italia. Ecco, sarebbe una partenza col piede giusto anche perché calendario alla mano, le prime 2 giornate sono veramente alla portata per i rossoblu.

L’entusiasmo di Pippo Inzaghi dovrebbe, almeno inizialmente, rappresentare l’arma in più rispetto ad un Donadoni che lo scorso anno parti’ già con entusiasmo di giocatori e tifoseria ridotta ai minimi termini. Settembre, invece, sarà un mese estremamente impegnativo con 3 partite su 5 quasi proibitive contro Inter e Roma in casa e il 26 settembre contro la Juventus, la prima partita in assoluto del Bologna contro Cristiano Ronaldo. Genoa in trasferta e Udinese in casa completerà il mese di settembre. Sempre il giorno 26, ma a Santo Stefano, si giocherà il derby in casa Inzaghi, Bologna-Lazio. Curioso come nella settimana di Natale tra il 22 e 29 dicembre si giocheranno ben 3 turni, gli ultimi del girone di andata. Un trittico per il Bologna sicuramente impegnativo. A Parma il 22, la Lazio in casa il 26 come già detto e si concluderà il girone di andata a Napoli. Non ci sarà però come di consueto, la giornata della Befana. Il Campionato riprenderà il 20 gennaio sempre tra anticipi e posticipi dopo una sosta invernale di 3 settimane. Inzaghi dopo le ultime 3 amichevoli più probanti, a Kitzbuhel e Bressanone il 31 luglio e il 4 agosto e l’ultima a Sestola l’8 agosto, comincerà a scegliere i 14 giocatori di maggior affidamento più i 2 acquisti, nella testa di Inzaghi e Bigon titolari. 15-16 giocatori più il secondo portiere dove Pippo cercherà di creare uno zoccolo duro. Non ci saranno ovviamente bocciature anticipate ma di certo, almeno inizialmente, farà leva su quei giocatori che in ritiro gli avranno dato maggiori risposte positive. Non e’ una regola del nuovo mister rossoblu; in genere vale per tutti gli allenatori. Inzaghi l’occasione la darà a tutti ma vuole vedere nei singoli tanta applicazione e tanto entusiasmo. E’ un credo che a mio modo di vedere, non fa una piega.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy