The Illusionist

The Illusionist

6 punti in 2 gare per Donadoni che si cava fuori dalle polemiche, e oggi col 3-5-2 ha rischiato grosso…Alla fine conta il risultato e il Bologna si avvicina al decimo posto

di Manuel Minguzzi, @manuel_minguzzi

Roberto Donadoni è un mago, un illusionista. Quando sembra spacciato, un po’ come Copperfield al triangolo delle Bermuda, si cava di impaccio con una o più vittorie. Bravo lui.

Il tecnico oggi ha disegnato un rivedibile 3-5-1-1 che ha prodotto uno dei più brutti primi tempi della storia, ma alla fine proprio colui che con Donadoni fatica di più a ingranare, Mattia Destro, gli ha risolto la partita estraendolo dalle possibili critiche in conferenza stampa. Perdendo, Donadoni avrebbe dovuto affrontare le domande che a lui piacciono meno, vincendo nessuno gli potrà dire nulla. Sì, nemmeno a me il 3-5-1-1 è piaciuto, infatti il Bologna non era riuscito a trovare sbocchi sulle fasce – metodo migliore per mettere in difficoltà la difesa a 3 avversaria – con Di Francesco più impegnato a fare il difensore e Dzemaili spaesato nel vivo del gioco come da qualche settimana a questa parte. Davanti un Destro sempre più isolato (aspetto sottolineato anche dai telecronisti Sky). Ma alla fine non si può non notare il risultato, che parla di un Bologna vittorioso e per il momento agganciato all’Udinese al decimo posto.

La capacità del tecnico di trovare risorse utili a mettersi al riparo dalla critica sono formidabili, così come le illusioni dei grandi maghi del passato. Disegna e ridisegna il Bologna, perde tanto, statistiche quasi da esonero, ma alla fine piazza sempre quelle due vittorie chirurgiche che rivitalizzano i suoi difensori e zittiscono i suoi critici. Resta però l’andamento della partita, sostanzialmente modificato dalla capacità di Mattia Destro di frugare nella spazzatura. Sì, piaccia o non piaccia, il numero dieci è l’unico bomber di questa squadra, il giocatore capace di farsi trovare al posto giusto nel momento giusto. E così, anche senza i due migliori giocatori della squadra, il Bologna dimostra di avere risorse utili a vincere determinate partite. E se il titolare di questa squadra è Palacio, come piace a tanti, Mattia Destro diventa un lusso che le formazioni della nostra fascia non hanno. E oggi lo ha dimostrato. Destro che salva Donadoni dalle critiche, è un po’ un paradosso ma oggi è un concetto aderente alla realtà.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy