Scudetti e valigette

Scudetti e valigette

Preziosi reclama lo Scudetto del 1925, ma difficilmente può fare la morale a qualcuno. Ottima la presa di posizione di Fenucci a difesa della storia rossoblù

di Manuel Minguzzi, @manuel_minguzzi

A distanza di 93 anni si può ancora richiedere uno Scudetto a mezzo stampa? Per Enrico Preziosi evidentemente sì.

Il patron del Genoa vuole quel tricolore, è convinto che ci siano state evidenti irregolarità, fino al punto da dichiarare recentemente quanto segue ‘In quella annata accaddero cose poco chiare. Sono emerse delle novità e ci sembra che esistano le basi per ricorrere’. L’idea del Genoa è chiara ed è stata esposta dallo stesso Preziosi in un recente articolo sulla Gazzetta dello Sport: la finale della Lega Nord (non c’entra il partito), vinta dal Bologna dopo cinque interminabili partite contro il grifone, avrebbe contorni da revisionare. Gli storici più volte hanno ripercorso i fatti di quella finale (le pistole, l’invasione dei tifosi del Genoa durante il terzo match ecc…), ma un punto chiaro lo ha messo anche Fenucci diramando una nota sul sito del Bologna e considerando quei fatti ‘una serie di episodi assolutamente non acclarati e già in passato oggetto di versioni contrastanti da parte dei diversi testimoni’.  Tra l’altro, stabilire l’esatta successione dei fatti a distanza di 93 anni pare quasi impossibile, anche perché secondo diverse cronache dell’epoca, prima del gol non gol di Muzzioli – che diede vita alla rimonta felsinea da 2-0 a 2-2 nel terzo match – i tifosi del Genoa festeggiarono il doppio vantaggio invadendo il campo. Cosa non consentita dai regolamenti. Ma al di là di tutto questo, ripetiamo che ricostruire la cronaca dell’epoca appare complicato, c’è un dettaglio piccolo ma decisivo che dovrebbe di fatto chiudere ogni discorso relativo alla possibile assegnazione dello Scudetto al Genoa. Infatti, quella sequenza di cinque match vinta dai felsinei non fu la finalissima del campionato ma semplicemente quella della Lega Nord, e la vincente avrebbe incontrato quella della Lega Sud. Così, il Bologna, per vincere il suo primo Scudetto, dovette poi battere in doppia sfida l’Alba Roma. Di fatto, come ha sottolineato Fenucci, quel Bologna-Genoa può essere considerata una semifinale. Con quale criterio dunque il Genoa può richiedere uno Scudetto, seppur in condivisione con il Bfc, per aver perso una semifinale e arrogandosi la presunta superiorità rispetto all’Alba Roma che avrebbe dovuto battere successivamente? Inoltre, occorre ricordare che il Genoa vinse il proprio girone qualificandosi alla finale nord battendo di un punto il Modena, ma al termine di un campionato in cui il grifone fece rimandare tre suoi incontri per poi recuperarli a fine stagione conoscendo già il risultato finale dei canarini. Ai lagunari servivano 5 punti per vincere e 5 punti fecero.

Archiviata la pratica relativa alla cronaca di 93 anni fa, c’è anche un discorso di moralità e storia. A mettere in discussione il blasone e il passato del Bologna è un personaggio a dir poco controverso come Enrico Preziosi. Leggendo le ricostruzioni, compresa quella del Guerin Sportivo, sul caso Genoa del 2005, si legge che l’attuale patron del grifone avrebbe cercato di truccare l’ultimo match di B contro il Venezia per salire in Serie A. A Cogliate, pochi giorni dopo la partita, le autorità fermarono Giuseppe Pagliara, dirigente e poi collaboratore del Venezia, con un contratto di cessione del giocatore Maldonado e una valigetta contenente 250mila euro in contanti. Pagliara, che si difese dicendo che i soldi erano un anticipo sulla cessione del calciatore, fu fermato nei pressi della sede della Giochi Preziosi e secondo i Pm quella somma servì a truccare la partita. Durante il processo sportivo il Genoa venne condannato alla retrocessione in C , sentenza confermata anche in appello. Insomma, al netto dei fatti e degli episodi ‘non acclarati‘ di quello Scudetto del 1925, c’è anche l’apertura di un processo mediatico ad opera di un personaggio che non dovrebbe prendersi il diritto di mettere in discussione la storia del Bologna Football Club 1909.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy