Questo passa il convento

Questo passa il convento

Ancora zero a zero per il Bologna che muove la classifica ma fatica tremendamente a giocare a calcio

di Manuel Minguzzi, @manuel_minguzzi

Due puntacci in fila per il Bologna che come una formichina si muove all’interno di una classifica ancora corta nonostante gli stenti rossoblù di questo girone di andata.

A Parma un’altra partita diligente a livello difensivo ma disarmante con la palla tra i piedi. Una sorta di anticalcio. Non che il Parma abbia prodotto granché, però due passaggi in fila è lecito pretenderli. Bravo comunque Inzaghi, intelligente a capire che questa squadra è meglio tenerla bassa a difesa della porta, sai mai che ogni tanto non si faccia zero a zero. E così è stato. Il timore era questo: andare a Parma cercano di vincere e scoprirsi, lasciando quel campo che Gervinho è bravissimo a prendersi. Inzaghi ha invece preparato una squadra compatta a livello difensivo conquistando il puntino perché, lasciatemelo scrivere, in caso di guerra ogni buco è trincea. Il risultato è comunque meritato considerando che Skorupski è intervenuto poco o nulla e l’unica vera emozione è stata il palo di Siligardi all’inizio. Bene la difesa dunque, però un minimo di calcio si dovrebbe cominciare a vedere.

Le partite del Bologna non sono certo da spettacolo per cui vale la pena pagare il biglietto o un abbonamento, ma il convento passa questo e in una fase in cui la classifica preoccupa il puntaccio può essere ben visto. Certo, vedere la squadra con la palla tra i piedi fa venir voglia di cambiare canale e di sicuro le emozioni latitano, ma contestualizzando i risultati probabilmente più di così è difficile o non si può. Cioè, se si osa si perde, o almeno questo ci avevano detto Genova e Empoli. Insomma, la sensazione è che Inzaghi stia cercando di arrivare a dicembre salvandosi la panchina e tenendo in corsa il Bologna nella lotta salvezza, poi da lì sperare negli acquisti di gennaio e magari fornire un gioco migliore a una squadra che, perlomeno, ha imparato a difendersi come si vede. Il Bologna oggi è questo, si può certamente chiedere di più, ma forse tanti aspetti non consentono di fare un passo oltre. Mercoledì la Lazio, forse l’ultima chance per tentare di fare punti visto ciò che ci attende a Napoli all’ultima di andata, sarà sfida tra fratelli ma entrambi non potranno farsi sconti familiari. Buon Natale a tutti, soprattutto a Pippo Inzaghi che martedì brinderà col fratello e mercoledì cercherà di fargli le scarpe.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy