Prove tattiche in vista di Ferrara

Prove tattiche in vista di Ferrara

di Gionni Forlenza

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

La partita di Ferrara sembrava non arrivare mai, invece, eccola a 48 ore dal fischio d’inizio dell’arbitro Fabbri della sezione di Ravenna. In quali condizioni si presenta il Bologna al Mazza? Dopo aver chiuso la pratica Coppa Italia contro la Juve, giocata come un’amichevole per non farsi troppo male (la Juve aveva la Suoercoppa e il Bologna la madre di tutte le partite), il Bologna di Ferrara proverà ad aprire il girone di ritorno contrariamente a come lo aveva aperto all’andata. In verità, al 20 di gennaio e dopo le belle parole di Saputo della scorsa settimana, ci si aspettava contro la Spal anche un difensore centrale di un certo spessore. Le qualità di Sansone e Soriano sono indiscusse ma presentarsi al Mazza con la stessa difesa del girone di andata dopo certi gol presi un po’ così, e’ quantomeno discutibile. Modulo tattico contro la Spal? Sarà a specchio e cioè con il 3-5-2 tanto caro a Pippo, 4-2-3-1 o 4-3-3?

In settimana si sono provati svariati schemi. A patto che si vada incontro a qualche accorgimento tattico in mezzo al campo, si potrebbe opporre il 4-3-3 con Orsolini, Santander e Sansone in avanti e Soriano, Poli e Pulgar nel mezzo. Dietro il ballottaggio sarebbe tra De Maio ed Helander con Danilo sicuro di un posto. Calabresi e Mattiello gli esterni, con Dijks e Mbaye che scalpitano. Il 4-2-3-1 e’ intrigante ma in una partita così delicata, meglio andare sul sicuro. Anche perché un conto e’ piazzare 2 elementi davanti alla difesa come Mudingay e Perez o anche Diawara e un conto metterci Poli e Pulgar o Donsah. Per ora, leggera preferenza al 4-3-3 sul 3-5-2 ma quello che e’ vero oggi, non e’ detto che lo sia domani. Ancora un paio di settimane di mercato per cercare di rinforzare una squadra che dovrà cercare di fare quasi il doppio dei punti fatti all’andata. Già partire con un differenziale di +3 dopo le prime 2 giornate di ritorno, non sarebbe male. +5 sarebbe il massimo ma anche Spal e Frosinone dovranno far di tutto per racimolare dei punti salvezza. Servirà soprattutto non perdere e almeno dimostrare anche con i nuovi innesti, di poter far la partita, di poter giocare a viso aperto e senza il freno a mano tirato. Qualche giocatore se non si riuscirà a piazzare, dovrà giocoforza essere messo fuori rosa per far posto a qualche nuovo arrivo. Sembrerebbe in dirittura di arrivo, Caceres dalla Lazio, richiesto da Pippo a suo fratello Simone. Quanto al franco algerino classe 90 Ryad Boudebouz, c’e’ da trovare l’accordo con il Betis Siviglia. Il centrocampista col vizio del gol, ha già fatto sapere che accetterebbe volentieri la destinazione Bologna. Guai però dimenticarsi come obiettivi, un esterno sinistro e un centrale di difesa, possibilmente da farli arrivare entro la fine della prossima settimana.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy