Obiettivo Tre

Obiettivo Tre

di Rosanna D’Atri

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Ed eccoci qua, il duo dinamico Destro-Donadoni mi ha smentito alla grande. Non mi fraintendete, resto dell’idea che il gioco non si veda e che vittoria e gol di Destro siano uno specchietto per le allodole, ma alla fine dei conti hanno ragione loro e torto io perché se ci basiamo su risultati e numeri non ci sono discussioni: Donadoni ci salva da 3 anni e Destro è un bomber dietro solo a nomi altisonanti. Allora perché non mi sembra di essere felice come una Pasqua?

Primo tempo contro il Genoa di una tristezza che solo “Salvini Premier”potrebbe eguagliare lo stesso stato d’animo, Dall’Ara che si svuota man mano che si riempie il cielo di pioggia o neve e tutti a trovare scuse più o meno credibili per giustificare la voglia di fare il tifoso da poltrona, dichiarazioni senza senso di gente che dovrebbe farsi gli affari suoi, la forte consapevolezza che la riduzione del rischio di diventare una stalagmite è affidata agli amici “alticci” che scommettono sul numero di calci d’angolo pur di avere uno scopo per arrivare al 90 esimo con della verve in corpo, vincere 2 euro e reinvestirli in un amaro a fine cena (lunga vita a voi, siete le mie rocce)!

È veramente difficoltoso fare ragionamenti intelligenti che ruotano attorno alla partita di domenica, o a qualsiasi altra partita giocata ultimamente, ma trovo assolutamente fantastico aver bruciato in poco più di 2 ore 1600 biglietti per il derby. Lo dico con ammirazione verso chi ha deciso di andare al Mazza a prendersi insulti e intemperie rischiando di annoiarsi a morte. Lo dico soprattutto perché il cuore di un Ultras non vedrà mai con consapevolezza la differenza tra ciò che è bello o brutto da guardare, non comprenderà mai che la coperta e il divano sono meglio delle grate fatiscenti che vengono chiamati “posti a sedere” (cari, per inciso) e se ne frega di tutti i ragionamenti più o meno validi che si fanno per indagare e comprendere i pre o i post partita. Quelle 1600 persone vanno perché sentono di dover andare, nonostante 3-5-1 o 4-3-3 che dir si voglia e nonostante siano anche loro i primi che fanno congetture e snocciolano numeri che gli addetti alle statistiche ufficiali si scansano per timore di essere smentiti.

Allora andiamo a prenderci questa terza vittoria di fila con una prestazione che ripaghi anche solo un decimo del tempo e dei soldi spesi da loro e da tutti gli altri, questa partita non si deve perdere.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy