Stemma bianco? Ecco i possibili motivi della scelta

Stemma bianco? Ecco i possibili motivi della scelta

La nuova colorazione dello stemma sulla maglia 2017/2018 ha aperto le polemiche sui social nei confronti dello sponsor tecnico (che non c’entra nulla con la decisione)

Se da un lato il Bologna ha colto nel segno con la nuova campagna abbonamenti, dall’altro è entrato nel mirino della critica per la scelta di cambiare la colorazione dello stemma sulla nuova maglia home 2017/2018.

Andiamo con ordine. La decisione di bloccare i prezzi e di presentare corposi sconti per gli under 18 e gli over 60 probabilmente farà segno nel cuore del tifo rossoblù. I prezzi sono interessanti, se si è minorenni si pagherà in Curva Bulgarelli 95 euro per vedere tutta la stagione, in sostanza 5 euro a partita. 11 euro a match se si vuole andare nei Distinti, per un totale di 210 euro. E’ chiara l’intenzione del club di agganciare sempre più giovani, coloro che saranno i tifosi del futuro. Interessante anche la promozione ‘Bfc for Two’ che consente di presentare un amico e di ricevere, per entrambi, sconti del 10%. Tutte iniziative lodevoli, che vanno incontro alle esigenze dei tifosi reduci da una stagione deludente e che forse colpiranno parzialmente come un nuovo acquisto di richiamo. Le politiche societarie in tema di abbonamenti sono dunque difficilmente criticabili, anche se non si rientrerà nei paletti anagrafici relativi agli sconti, i prezzi restano tutto sommato competitivi se si pensa che nei Distinti si spenderà circa 20 euro a match, in un Dall’Ara che non è più vivo solo nelle due ore della partita ma che ormai è arricchito da una serie di eventi che coinvolgono la platea per un range di tempo più elevato.

La vera nota dolente risiede dunque sulla nuova maglia, da sempre oggetto di grandi discussioni. Un anno il blu è troppo blu e il rosso troppo chiaro, una volta il blu è troppo scuro oppure il colletto non a V è anti estetico. Due anni fa il troppo bianco venne criticato, quest’anno il Bologna ha ripresentato l’idea ma tenendo il colletto a V che tende sempre ad essere preferito. Mettere tutti d’accordo è difficile perché c’è sempre chi preferisce la tradizione ma c’è anche chi vorrebbe vedere qualcosa di nuovo. In linea di massima, la nuova divisa a me piace parecchio: il distacco visivo portato dal bianco lo reputo un tocco di ‘fighetteria’ che ci può stare, almeno per avere tratti distintivi chiari ogni stagione, altrimenti ai tifosi basterebbe acquistare una divisa e tenerla per sempre se l’idea è quella di non cambiare mai. E’ logico che in un mondo pallonaro dominato non solo dalla tv ma anche dal marketing, proporre idee nuove e semplificare i loghi per renderli sempre più riconoscibili aiuta a vendere e a vendersi. Non è un caso che da anni i club lavorano anche sugli stemmi societari, alcuni addirittura stravolgendoli come fatto dalla Juventus in questa stagione. Il Bologna ha utilizzato una politica più soft, lo stemma è identico ma è cambiato di colorazione sulla prima divisa. L’intento non è fare uno sgarbo alla tradizione, anche se è comprensibile la critica dei più puristi, ma rendere il logo del club più riconoscibile e spendibile all’estero stilizzandolo. Le nuove divise sono fatte, oltre che per giocarci, anche per essere vendute, e ogni anno si tenta di estrapolare qualcosa di nuovo per renderle diverse da quelle precedenti. Tra l’altro il club sul marketing sta lavorando bene, e i dati sull’aumento dei ricavi lo testimoniano. Il Bologna non ha cambiato stemma, lo ha solo reso bicolore sulla maglia mentre in tutte le altre pubblicazioni ufficiali sarà rossoblù. Quello di sempre. Può non piacere, ovvio, ma da qui a montare una insurrezione popolare contro Macron, che con la decisione non c’entra probabilmente nulla, ce ne passa. Non significa condividere o meno la scelta, solamente argomentarla e illustrarla. Ad ogni modo – non so se si può considerare un risarcimento – il Bologna abbandonerà il fluo per qualcosa di più classico sulla seconda maglia. Bianca con le bande diagonali rossoblù andrebbe bene? Forse sarete accontentati…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy