Mercato in linea con le idee di Donadoni

Mercato in linea con le idee di Donadoni

Obiettivi di esperienza e personalità: le richieste del mister hanno fatto breccia

Non sono ancora arrivati annunci ufficiali, ma i nomi che ruotano attorno al Bologna, e che sono vicini a vestirsi di rossoblù, rispecchiano in pieno le idee di Roberto Donadoni.

E’ mancata personalità nell’ultima stagione, più che tecnica o altro. Se tutti gli elementi di esperienza nel corso delle varie interviste hanno ripetuto un mantra ‘questa squadra ha enorme potenziale ma non se ne rende conto’, evidentemente è mancato quel pizzico di esperienza e leadership che consentisse a tutti di esprimersi meglio di quanto fatto. In effetti, tolto Dzemaili, anche i senatori del gruppo hanno steccato la stagione: gli infortuni di Maietta, gli errori di Gastaldello e Mirante, non hanno consentito allo spogliatoio una crescita matura e continuativa. Inoltre, lo stesso tecnico Donadoni sembra preferire giocatori già pronti, elementi a cui non è necessario insegnare tante cose dal punto di vista tecnico. La politica dei giovani continua, ma con parsimonia.

I nomi di mercato vicini al Bologna lo confermano. Arriveranno in difesa Gonzalez (classe 1988), probabilmente De Maio (1987) e in mediana Poli che di anni ne ha 27. Personalità ed esperienza, queste le richieste di Donadoni che prima di firmare il rinnovo contrattuale avrà avuto tutte le rassicurazioni del caso da patron Saputo. Sono tre nomi, i primi che dovrebbero vestire rossoblù, funzionali alla causa. Servivano rinforzi in difesa, un uomo di carattere a centrocampo: questo Bigon è andato a cercare. Le mosse, al momento, sono quelle giuste se il club ha deciso di accontentare il tecnico e punta ad arrivare prima in A2, obiettivo che dista 7 lunghezze considerando i 48 della Samp. Manca il nome di richiamo? Al momento sì, ma all’inizio serviva soprattutto puntellare la rosa e limitare il più possibile le lacune evidenziate in questa stagione. Arriveranno due buoni difensori, un mediano e un attaccante, rinforzi pronti per ogni ruolo. A fine mercato, anche sulla base dei dati degli abbonamenti, potrebbe esserci il colpaccio. Ma prima, come è noto, le cessioni. Anche se molti considerano a rilento l’inizio di mercato del Bologna, basandosi su quanto sta facendo il Milan – unica squadra a muoversi con decisione – al contrario penso si stia agendo in linea con budget e idee fissate nel summit di fine stagione. Poli non è Dzemaili, certo, ma non sarà nemmeno l’unico acquisto in mediana del Bologna considerando il futuro incerto dei vari Viviani, Taider e Pulgar. I primi tre nomi soddisfano, in attesa di qualcosa di più succoso: e stavolta non si potrà dire che le richieste di Donadoni non saranno state soddisfatte…

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. 12345678 - 6 mesi fa

    Ma non facciamo prima a sostituire Donadoni?
    Così possiamo continuare con la politica dei bimbi stra bravi…e avremmo anche un allenatore, mi basta “normale”, non pretendo bravo, ma normale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy