La stagione non è finita, serve riconquistare definitivamente il tifo

La stagione non è finita, serve riconquistare definitivamente il tifo

Bologna in vacanza, tornerà allo Stadiumo l’8 gennaio. Nel frattempo ritiro in quel di Catania, ma la missione del nuovo anno sarà conquistare il pubblico del Dall’Ara

Vittoria toccasana in quel di Pescara, che sancisce il divario con le ultime tre/quattro della classe. Ora la stagione del Bologna sembra finita, ma in realtà non è così. Serve innanzitutto arrivare il prima possibile a quota 35-40, anche se al momento le medie punti delle ultime parlano di salvezza a quota 22. In realtà, la vittoria di Genova potrebbe aver sbloccato il Palermo che nel turno infrasettimanale avrà un’altra ghiotta opportunità in casa contro il Pescara. Il Bologna non gioca, e il Natale potrebbe passare con un più otto sulla zona retrocessione. Margine ampio, ma che non merita deconcentrazione.

Si ripartirà allo Stadium l’8 di gennaio, una partita difficile e proibitiva, mentre il Palermo avrà il secondo scontro diretto, stavolta a Empoli. Occorre certo non abbassare la guardia, perché l’ottimismo che si respira oggi potrebbe di colpo sparire tra due settimane quando i critici, in caso di risultati negativi, torneranno a parlare di salvezza. Meglio non pensarci. Poi c’è il mercato, e il Bologna sarà chiamato a prendere due giocatori di discreto livello per non rimanere ancorato ai problemini del recente passato, con poche scelte offensive e non concrete scelte difensive (ieri con Maietta out è stato spostato Torosidis in mezzo).

Detto dunque della necessità di non staccare le mani dal manubrio e di fornire a Donadoni diverse alternative che possano aumentare il livello del Bologna, tutto il club dovrà anche riconquistare una larga fetta di pubblico. In questa prima parte di stagione sembra che il Bfc abbia fatto semplicemente il proprio dovere, cementando una salvezza grazie agli scontri diretti, ma è mancato l’acuto, il match che rendesse realmente orgogliosi i tifosi come successo l’anno scorso con Napoli, Juve e Milan. E’ questo dunque il nuovo obiettivo del Bologna, continuare a macinare punti – fare meglio dell’anno scorso – e generare nuovo entusiasmo attorno alla squadra, magari con un finale in crescendo rispetto a quello in calando di qualche mese fa. Il calendario si fa più duro in casa, ma più morbido in trasferta, e proprio tra le mura amiche il Bologna avrà la possibilità di sgambettare qualche big. Lazio, Inter, Milan, Torino, tutte partite che si possono giocare senza partire battuti. Arriveranno anche Napoli e Roma, ma sembrano avversarie di livello superiore. Ad ogni modo, il vero scopo del 2017 sarà far gioire il tifo, soprattutto quello più critico e duro che non ha apprezzato questo difficile autunno. Ma la primavera tornerà…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy