Inzaghi, la carriera precoce, le difficoltà e la rinascita. La storia di Superpippo

Inzaghi, la carriera precoce, le difficoltà e la rinascita. La storia di Superpippo

Gli inizi nel Settore Giovanile del Milan, poi la Prima Squadra ma anche l’esonero, fino alla rinascita a Venezia
Scorrete le schede

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

GLI ESORDI

Con tutta probabilità, dopo l’esonero di Donadoni, sarà Filippo Inzaghi a sedersi sulla panchina del Bologna, e lo farà non prima di aver completato i play off di Serie B con il suo Venezia. Ripercorriamo brevemente la carriera da tecnico dell’ex attaccante del Milan.

Dopo due stagioni da allenatore nel settore giovanile del Milan, prima con gli Allievi Nazionali e poi con la Primavera, con cui tra l’altro vince il Torneo di Viareggio, la società rossonera decide di promuoverlo ad allenatore della prima squadra per la stagione 2014-15, nella quale debutta con una vittoria per 3-1 contro la Lazio. Il
bilancio conclusivo del primo anno da allenatore in Serie A per Inzaghi è però tutt’altro che positivo: decimo posto finale raggiunto, esclusione dalle coppe europee e conseguente esonero, nonostante il contratto siglato a inizio stagione prevedesse un altro anno per lui sulla panchina del Milan.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy