ESCLUSIVA TBW – Zazzaroni: “Formazione figlia di un mercato fatto male”

ESCLUSIVA TBW – Zazzaroni: “Formazione figlia di un mercato fatto male”

Abbiamo chiesto a Ivan Zazzaroni, noto giornalista, nonché tifoso rossoblù, un parere sulla partita del Bologna giocata ieri a Firenze. Ovviamente nell’intervista abbiamo trattato anche altri argomenti qui sotto riportati, dal caso Mattia Destro, alla squadra troppo giovane, passando pure dal mercato estivo. E Zazzaroni, come noto, non ha peli sulla lingua.

La prima domanda non poteva non essere incentrata sulla sconfitta rimediata ieri sera a Firenze; volevo da lei innanzitutto un commento sulla prestazione e l’atteggiamento del Bologna e se si aspettava un approccio del genere alla partita da parte della squadra, a tratti quasi impaurito?

“Mi aspettavo un Bologna impaurito, ma è meglio che non dica quello che penso sulla partita di ieri e su questo Bologna”.

Mattia Destro, siamo alla quinta giornata ed è ancora a zero goal con prestazioni non molto esaltanti. È colpa della condizione, è il solito problema dell’attaccante che deve sbloccarsi oppure Destro è stato un po’ troppo sopravvalutato dall’ambiente rossoblù?

“No, grazie a Dio, Mattia è meglio di quello che stiamo vedendo, però l’abbiamo spacciato per Baggio e Signori ma lui non è nessuno dei due; è un giocatore che in certe condizioni può far goal, ha il goal nel sangue, ma di certo non è il salvatore della patria”.

Sembra chiaro che ora come ora il Bologna non possa permettersi il lusso di tenere in panchina Brienza. Come è possibile che una squadra costruita con 35 milioni corra il rischio di affidarsi esclusivamente a un giocatore 36enne?

“Guarda hai già dato la risposta tu. E’ una formazione questa figlia di un mercato fatto male, soprattutto nei tempi, con una squadra con molti giocatori che vengono da retrocessioni, quindi sotto certi aspetti ci sarà anche una ragione. Troppo giovani inizialmente e i giocatori arrivati per dare un po’ di maturità ed esperienza alla squadra si sono infortunati. Al momento non mi sembra una squadra ben costruita; non mi sembra di vedere un’idea di partenza a meno che il punto di partenza non siano i giovani ma allora qui interviene il problema salvezza; se bisogna salvarsi al ritorno nella massima serie, con un campionato così competitivo, i giovani non bastano”.

Secondo lei sarebbero serviti elementi di esperienza quindi?

“Io mi sto chiedendo dal primo giorno perché non abbiamo tenuto Matuzalem, nella mediana di centrocampo era un giocatore che in Serie A ti poteva dare una buona base, ti poteva dare esperienza e maturità. Ovviamente ci sono giocatori migliori di Matuzalem che si potevano prendere, ma intanto l’avevi già.
In difesa manca una guida, speriamo nel ritorno di Gastaldello che possa formare con Oikonomou una coppia più solida e che dia più sicurezza”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy